Itinerari

Tra le cascate dei Monti della Laga

L’AQUILA — Il paesaggio dei Monti della Laga è molto boscoso e ricco di acqua. Dal punto di vista geologico questi luoghi hanno una caratteristica unica in tutto l’Appennino, perché le rocce, costituite da arenarie più o meno dure, sono impermeabili.

Sulle montagne calcaree l’acqua delle piogge e delle nevicate filtra nel sottosuolo, divenendo responsabile di evidenti fenomeni carsici. Su quelle arenarie, costituite prevalentemente da silicati, le acque modellano le rocce ed i pendii, ma restano in superficie. Torrenti e fiumi scendono a valle creando giochi d’acqua e cascate che sono una caratteristica peculiare del paesaggio dei Monti della Laga, plasmati da queste particolarità geologiche.

Meta del turismo di questi luoghi sono infatti la cascata della Morricana, sul versante nord di Cima Lepri, le cascate dei Fossi del Molinaro, di Selva Grande, dell’Ortanza, la cascata delle Barche, sul versante amatriciano. Uno dei sentieri più battuti soprattutto con la bella stagione, è quello delle Cento Cascate, o Cento Fonti, che da Cesacastina sale sul versante meridionale fino alla vetta di Monte Gorzano, da cui nasce la cascata sul fiume Tordino.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close