News

Giornata Mondiale delle montagne: è online il GeoNetwork SHARE, portale di dati sul clima e l'ambiente in alta quota

La webcam del ghiacciaio dei Forni_Share Stelvio_Cnr Isac - Comitato EvK2Cnr - Umbriameteo
La webcam del ghiacciaio dei Forni_Share Stelvio_Cnr Isac - Comitato EvK2Cnr - Umbriameteo

BERGAMO – I dati sono la prima base per agire: è questo uno degli appelli emersi durante le sessioni del Cop 17 a Durban in questi giorni : “Abbiamo bisogno di dati, sempre più precisi e  attendibili, sulle variazioni climatiche e sulle conseguenti dinamiche ambientali terrestri. Solo così potranno essere prese decisioni consapevoli in tema ambientale a livello di politica internazionale”. Il GeoNetwork SHARE risponde all’appello.

Le nazioni devono muoversi insieme per rispondere adeguatamente ai problemi del riscaldamento globale e dei mutamenti del clima; ma non potranno essere efficaci senza un’attenta ponderazione delle cause che hanno portato alla situazione attuale e una precisa analisi degli investimenti ambientali da fare. Questo messaggio ci arriva dai tavoli della  diciassettesima Conferenza delle Parti sul cambiamento climatico (COP 17).

La necessità di validare i dati climatici e ambientali, garantendone l’affidabilità attraverso sistemi internazionali di verifica e divulgarne i risultati diviene una delle priorità delle politiche di adattamento e mitigazione a livello nazionale e internazionale, come anche riconosciuto dall’Ipcc, il gruppo intergovernativo dell’Onu sul cambiamento climatico.

In questo contesto la montagna, e le stazioni di rilevamento scientifico in alta quota, giocano un ruolo molto importante. Non a caso Share (Stations at High Altitude for research on Environment), il noto progetto di monitoraggio del Comitato EvK2Cnr, coordinato dal Dott. Paolo Bonasoni del CNR-ISAC, che comprende una rete mondiale di stazioni climatiche e ambientali, opera in collaborazione con Unep, Wmo, Nasa è considerato un punto di riferimento internazionale per la raccolta dati in aree di alta montagna utili allo studio del riscaldamento globale, alla circolazione degli inquinanti e per la valutazione dei loro effetti sui sistemi glaciali, idrici e biologici. Studi scientifici utili per mettere a punto modelli previsionali e che hanno importanti implicazioni nella definizione di corrette politiche ambientali.

Le iniziative di raccolta e diffusione di dati ambientali strutturati secondo banche dati accessibili in ambito scientifico e applicativo sono numerose e tecnologicamente differenziate. Attualmente non esiste però un punto di accesso unico che sia in grado di diffondere dati ambientali e informazioni sui risultati delle ricerche nelle aree di alta quota.  Questo è ciò che sta creando il Comitato Ev-K2-Cnr nell’ambito del progetto SHARE: un database web di condivisione di dati standardizzati basato su un catalogo dei dati ambientali riguardanti le aree di alta quota e che comprende l’elenco strutturato delle informazioni (metadati) e l’accesso agli stessi mediante procedure di ricerca e di autenticazione specifiche.

Il sistema GeoNetwork di SHARE è stato configurato presso i server del Comitato Ev-K2-CNR  ed è raggiungibile via web all’indirizzo http://www.geonetwork.evk2cnr.org o attraverso il sito www.evk2cnr.org. Le diverse attività sono coordinate dalla Dott.ssa Maria Teresa Melis dell’Università di Cagliari e condotte  dalle unità operative della stessa Università e dell’Università dell’Aquila, in collaborazione con Icimod  e Unep Vienna.

SHARE GeoNetwork è stato configurato per permettere una ricerca mirata alle risorse mediante l’uso di categorie tematiche, che rappresentano i campi di ricerca sviluppati in ambito EvK2: Stations at High Altitude, Antrhopological Sciences, Atmosphere & Climate, Biodiversity, Earth Science, Glacier & Cryosphere, Health, Maps & Graphics, Publications, Satellite Images, Technological Research, Water Resources; tra queste è presente anche una categoria speciale, Interactive resources, che permette di visualizzare le risorse cercate su una mappa interarattiva e su Google Earth.  Il sistema, in linea con i principi di condivisione e di non duplicazione dei dati in rete, permette l’accesso diretto a risorse già presenti in altri “nodi” GeoNetwork , come quelli di ICIMOD.

L’accesso al sistema è aperto a tutti per la consultazione dei metadati e il download dei dati se non protetti da particolari condizioni di utilizzo; in questo caso si può contattare l’Helpdesk di SHARE Geonetwork all’indirizzo metadata@evk2cnr.org per ricevere login e password.

Il progetto accoglie ed accoglierà i dati acquisiti dal progetto SHARE oltre a quelli inerenti gli altri progetti promossi dal Comitato Ev-K2-CNR, permettendo al tempo stesso di allargare la base dati popolando SHARE GeoNetwork con informazioni e dati provenienti da quanti sono impegnati in attività di ricerca, monitoraggio e cooperazione in ambito montano sia a livello nazionale che internazionale.

Particolare attenzione è stata posta nello strutturare le informazioni delle stazioni di alta quota afferenti alla rete SHARE, ma non solo, indicando la strumentazione di misura utilizzata, le modalità di acquisizione, i link ai dati validati ed ai servizi sviluppati in ambito nazionale ed internazionale.

Il sistema GeoNetwork SHARE si prefigura quindi sia come uno strumento di sicuro interesse per la comunità scientifica, sia come importante strumento a supporto delle politiche di sviluppo sostenibili, mettendo in rete conoscenze ambientali, climatiche e strutturali in alta quota.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close