Curiosità

Una fibbia cambia la storia degli eschimesi

Courtesy www.nationalgeographic.it

SHISHMAREF, Alaska — Una scoperta sensazionale, che cambia la storia degli eschimesi. Si tratta di un piccolo manufatto di bronzo, forse una fibbia per cavalli, proveniente dall’Asia orientale, trovato in Alaska durante una campagna di scavi archeologici in un’abitazione degli eschimesi Iñupiat, risalente a mille anni fa.

Si pensa possa essere stato realizzato con uno stampo, e quando l’equipe guidata da John Hoffecker dell’Università del Colorado a Boulder lo ha rinvenuto tra le dune sabbiose che si affacciano sul mare dei Chucki non poteva credere ai propri occhi. Forse può stupire tanta emozione per un pezzo di bronzo che misura circa 2,50 centimetri per 5 ed è spesso meno di 2 e mezzo. Ma è la datazione a cambiare le carte in tavola.

Il piccolo manufatto, che al momento del ritrovamento era avvolto in una striscia di cuoio risalente al 600, è molto più vecchio. Secondo Hoffecker “è più antico di qualche secolo rispetto al sito dove è stato trovato” . Quando cioè in Alaska la lavorazione del bronzo era sconosciuta. Da dove viene? Da un luogo indefinito tra Corea, Cina, Manciuria o Siberia meridionale.

Probabilmente gli antenati degli eschimesi portarono l’oggetto dalla Siberia in Alaska durante la migrazione che avvenne 1.500 anni fa attraverso lo stretto di Bering. A dimostrazione del suo grande valore.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close