• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Attualità, Top News

Appennino, salvati 4 escursionisti alle Gole di Celano

Fonte degli innamorati (Photo courtesy of www.actaplantarum.org)
Fonte degli innamorati (Photo courtesy of www.actaplantarum.org)

OVINDOLI, Aquila — Grande spavento per quattro giovani escursionisti romani che domenica si trovavano sulle montagne abruzzesi. I due ragazzi e le due ragazze avevano imboccato un sentiero che attraversa il canyon delle Gole di Celano, nel Parco regionale naturale del Sirente – Velino, ma all’imbrunire si sono accorti di essersi persi. Lanciato l’allarme con i telefonini, sono stati gli stessi soccorritori a guidare i quattro da loro, per riportarli a valle sani e salvi

I 4 escursionisti romani, 2 ragazzi e 2 ragazze, si sono recati nel pomeriggio di domenica alle Gole di Celano, il più importante canyon dell’Appennino centrale, situato nella zona del Monte Sirente e del Monte Tino. Il sentiero da loro intrapreso porta dal comune di Celano fino al comune di Ovindoli, nell’aquilano.

Secondo i giornali locali i 4 giovani hanno seguito il sentiero raggiungendo la località Fonte degli Innamorati, a 1029 metri di quota. Qui forse a causa dell’imbrunire o forse a causa della poca conoscenza del territorio non sono riusciti a ritrovare il sentiero.

Immediatamente hanno lanciato l’allarme con i propri telefonini. I Carabinieri della Stazione di Ovindoli hanno iniziato le ricerche con la collaborazione di Guardia di Finanza, Cai e Soccorso Alpino di Avezzano. I 4 romani hanno seguito le indicazioni fornite loro dai soccorritori tramite i cellulari. Una volta ricongiunti con gli uomini dell’Arma, i giovani sono stati portati a valle.

Articolo precedenteArticolo successivo

1 Comment

  1. Quasi certamente i 4 escursionisti si sono fatti sorprendere dall’imbrunire.Infatti il sentiero è di per se buio sviluppandosi nel bosco,inoltre è infossato tra alte pareti.Evidentemente qualche disarrampicata resa difficile dalla scarsa illuminazione li avrà costretti a restare sul posto”sicuro” e attendere i soccorsi.
    Conosco bene la valle che è anche interessata da un ramo torrentistico,il tratto in questione è quello escursionistico,sebbene facile ,presenta alcuni passaggi obbligati dove bisogna cavarsela con le mani.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.