News

Giappone, ibernato sui monti per 24 giorni

immagine

TOKYO, Giappone — Una storia che ha davvero dell’incredibile. Mitsutaka Uchikoshi, un giapponese di 35 anni è stato trovato dopo 24 giorni in uno stato paragonabile all’ibernazione. E’ successo sul monte Rokko, vicino alla città di Kobe, in provincia di Tokyo.

L’escursionista era uscito con amici allo scopo di scalare il monte nipponico, ma è precipato in un dirupo restando in condizioni al limite della sopravvivenza fino al suo ritrovamento.
 
Uchikoshi non poteva nemmeno muoversi per chiamare i soccorsi perchè durante la caduta si era fatto male alla schiena. Ha deciso quindi di sdraiarsi in una zona soleggiata e di dormire.
La sua temperatura corporea era di 22 gradi e la sua alimentazione era ridotta a qualche goccia di salsa barbecue. Incredibilmente, il ragazzo è sopravvissuto senza riportare alcun danno cerebrale. Uchikoshi ora è tornato in ottime condizioni di salute, e ha ripreso a lavorare nell’ufficio municipiale della sua città.
 
Secondo quanto riferito dal dottor Shinichi Sato, è stata proprio la bassissima temperatura corporea a far sì che il cervello non subisse danni.
 
Queste le parole del giovane giaponnese: "Ricordo solo di essermi addormentato, i medici sostengono che io sia sopravvissuto in uno stato ipotermico molto simile all’ibernazione". Anche il padre si è espresso sulla vicenda, dicendo che, dopo il ritrovamento il corpo sembrava in una condizione di arresto cardiaco e respiratorio.
 
Valentina Corti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close