Trail running

De Gasperi vince un'Orobie Skyraid trasformata dal maltempo

Marco De Gasperi taglia il traguardo dell'Orobie Skyraid 2011 (Photo courtesy Cometa Press/Canon/Pozzi)
Marco De Gasperi taglia il traguardo dell'Orobie Skyraid 2011 (Photo courtesy Cometa Press/Canon/Pozzi)

BERGAMO — Torna in vetta alle classifiche il campionissimo valtellinese Marco De Gasperi, che ieri ha vinto la quinta edizione dell’Orobie Skyraid sbaragliando gli avversari su un tracciato completamente rivisitato a causa del maltempo. Dietro di lui si sono piazzati Stefano Butti e Paolo Gotti, mentre fra le donne ha vinto Lisa Buzzoni, seguita da Raffaella Rossi e Rossana Morè.

Donico, Passo Pozzera, Rifugio Olmo, e ritorno. E’ stato ridisegnato tutto intorno alla Presolana il percorso dell’Orobie Skyraid 2011, che a causa dei temporali di ieri, accompagnati da nebbia e scarsa visibilità, ha dovuto camhbiare tracciato all’ultimo minuto.

Il cambio, però, non ha creato problemi al sei volte campione del mondo di corsa in montagna De Gasperi, che ha staccato subito gli avversari e ha chiuso la gara distanziando il secondo di almeno 2 minuti. “Nonostante il cattivo tempo è stata una bella gara su un percorso divertente e piuttosto tecnico” ha detto De Gasperi, 31 anni, forestale, arrivato al traguardo in 2 ore, 1 minuto e 49 secondi.

Tra le donne la migliore è stata Lisa Buzzoni, che ha vinto con un tempo di 2 ore, 35 minuti e 12 secondi, 35esima posizione assoluta. La Buzzoni vince così anche la combinata tra l’Orobie Skyraid e la Orobie Vertical dello scorso 2 giugno, che tra gli uomini va invece a Stefano Butti. Niente podio, invece, per la francese Corinne Favre, data per favorita ma frenata, in discesa, da problemi ai legamenti delle ginocchia.

“Siamo stati sfortunati sotto l’aspetto meteorologico – ha commentato Mario Poletti, organizzatore della manifestazione – che ci ha costretto a modificare in modo sostanziale il tracciato di gara spostando all’alba numerosi volontari e posizionandoli sul nuovo percorso. Ma sotto il profilo agonistico abbiamo assistito ad una competizione di alto livello e che ha riscosso consensi tra tutti i partecipanti”.

Per informazioni e classifiche complete: www.orobieskyraid.it

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close