News

Etna, 4 escursionisti salvati dalla bufera

Rifugio Galvarina (Photo millesentieri.eu)
Rifugio Galvarina (Photo millesentieri.eu)

NICOLOSI, Catania — Quattro escursionisti sono stati recuperati nella notte tra sabato e domenica sul versante sud est del monte Etna. I 4 trentenni, tutti provenienti dalla provincia di Catania, volevano raggiungere il rifugio Galvarina nella zona demaniale Bosco della Milia, ma le brutte condizioni del tempo non hanno consentito loro di arrivare.

Secondo la stampa locale i 4 escursionisti sabato si sarebbero messi in marcia sul vulcano attivo più alto d’Europa, nonostante le condizioni meteorologiche fossero pessime. Freddo, neve e nebbia avvolgevano infatti la montagna.

Partiti dal rifugio San Giovanni Gualberto, in territorio di Ragalna, si sono diretti verso il rifugio Galvarina posto a 1860 metri di altezza, dove pensavano di trascorrere la notte. Durante la scalata, proprio a causa delle temperature basse, uno di loro ha cominciato ad accusare i sintomi dell’ipotermia, e viste le difficoltà e l’ora hanno deciso di chiamare aiuto.

Le squadre del Soccorso alpino dell’Etna, gli uomini del distaccamento forestale di Nicolosi e della stazione Soccorso alpino Guardia di finanza li hanno raggiunti a notte fonda, intorno all’1, sotto la bufera.  Secondo LaSiciliaweb i 4 trentenni sono stati portati al rifugio Ariel, quindi trasferiti in ospedale con l’ambulanza del 118, dove l’escursionista che presentava segni di ipotermia è stata ricoverata.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close