News

Soccorso lariano: nel 2010 record di interventi

 

Soccorso alpino in azione
Soccorso alpino in azione

LECCO — Più interventi, più morti e più feriti gravi. E’ tutt’altro che positivo il bilancio della Delegazione XIX Lariana del Soccorso alpino, che, secondo le statistiche, nel 2010 ha effettuato ben 289 interventi in montagna: record assoluto nella sua storia di soccorsi in alta quota che parte dal 1979. E i morti, l’anno scorso, sono stati 35 contro i 22 di tre anni fa.

Nell’ultimo trienno, la gravità degli incidenti in montagna è aumentata notevolmente. A fronte di un numero di persone leggermente cresciuto, infatti, è aumentato di molto sia il numero dei morti, come indicato sopra, sia il numero dei feriti gravi, passati da 14 a 47. Decresce invece il numero degli illesi, da 104 a 78, il che fa pensare ad una diminuzione delle chiamate “inutili” verso il 118, che tante volte vengono criticate nelle cronache. La maggior parte delle persone soccorse, 127 in totale, erano valutate “codice 2”, feriti leggeri. Dei 289 interventi totali del 2010, venti sono stati di ricerca per dispersi.

Ma chi sono i protagonisti di questi soccorsi? Per la maggior parte, escursionisti (107) vittime di cadute di vario genere. Seguono i residenti negli alpeggi (31), i fungaioli (17), gli sciatori in pista (14), alpinisti e mountain biker (12 ciascuno). Percentuali più piccole riguardano ferrate, arrampicata, parapendio, sci fuoripista, pesca, incidenti su strada, torrentismo e spelologia. Le cause più frequenti sono, oltre a cadute e scivolate che riguardano oltre un centinaio di casualità, malori e perdite di orientamento. Solo 8, nel 2010, gli interventi per valanga.

Il Soccorso Lariano copre diverse zone: Varese, Valsassina/Valvarrone, Triangolo Lariano, Oltrepò Pavese, Grigne, Lario occidentale-Ceresio, Dongo e altre aree esterne. La maggior parte degli interventi, circa 130, sono stati condotti sulle Grigne e sulle montagne della Valsassina/Valvarrone.
Sono cresciuti leggermente anche i volontari e gli elicotteri impiegati, i primi da 1119 a 1138, i secondi da 146 a 168. Per ogni soccorso, in media si impiegano 4 volontari.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close