News

Freddo record in Italia: -48,3 sulle Dolomiti trentine

Lago Fradusta (Photo Flickr - Mirco Parmeggiani)
Lago Fradusta (Photo Flickr - Mirco Parmeggiani)

TRENTO — Mai così freddo in territorio italiano come quello registrato il 27 dicembre scorso sulle Pale di San Martino, nelle Dolomiti. A Busa Fradusta i termometri delle stazioni di monitoraggio del’Arpa Veneto e dei volontari dell’Associazione MeteoTriveneto, hanno registrato – 48,3 gradi, un vero record negativo per la colonnina di mercurio nel Belpaese.

Il record risale al 27 dicembre 2010, è stato rilevato alle 4.30 del mattino, a 2607 metri di quota a Busa Fradusta nelle Pale di San Martino, al confine tra Belluno e Trento. La temperatura di -48,3 gradi fa riferimento al fondo della dolina carsica, ed è stata registrata da una stazione gestita dal Centro Valanghe di Arabba – Arpa Veneto.

Si tratta della temperatura più fredda mai rilevata in Italia da quando si effettuano misurazioni meteorologiche. La minima di Busa Fradusta è infatti inferiore ai -43 gradi, il dato raggiunto nel 2009 nella vicina Busa di Manna, dove però quest’anno non è stato possibile registrare la temperature nella stessa notte, a causa della troppa neve che ha completamente coperto la centralina.

I tecnici delle stazioni di monitoraggio sono saliti a controllare i sensori il 29 dicembre, per disseppellirli dalla neve che in quei giorni era scesa abbondante sulle Dolomiti. Da alcuni anni infatti, le doline carsiche, ovvero delle conche chiuse, sono tenute sono osservazione da un progetto di monitoraggio a cui partecipano anche l’Isac – Istituto di Scienze dell’Atmosfera e del Clima del Cnr, Unione Meteo Friuli Venezia Giulia ed Osmer – Osservatorio Meteorologico di Arpa Friuli Venezia Giulia.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close