• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
News

Gran Sasso, alpinista recuperato sul Corno Grande

elicottero in avvicinamento a alpinista che sta segnalando con le braccia aperte - bordo foto
Elicottero in avvicinamento ad alpinista che sta segnalando con le braccia aperte - (Photo Cnsas Abruzzo)

CAMPO IMPERATORE, L’Aquila — Un alpinista di 23 anni è stato recuperato dal Soccorso alpino ieri sul Corno Grande, la cima più alta del gruppo del Gran Sasso. Stava scalando da solo un canale innevato sul versante meridionale della montagna, ma ha sbagliato strada e si è trovato alla base di una parete, a circa 2600 metri di quota.

Il giovane, un ragazzo argentino residente nel Lazio, si è trovato alla base di una parete su cui sale un classico itinerario di alpinismo, la via dello Spigolo, che in condizioni estive ha difficoltà di III-IV grado UIAA. Ma a causa delle condizioni invernali dell’ambiente, dei tratti innevati e ghiacciati, oltre alla notevole pendenza, non è stato in grado di proseguire.
Poco prima delle 13 è scattato l’allarme e gli uomini del Soccorso alpino della Stazione dell’Aquila sono arrivati poco dopo sul posto, dal momento che erano a Campo Imperatore per una esercitazione di soccorso su valanga. I soccorritori sono stati in contatto con lui e lo hanno rassicurato sull’inizio delle operazioni. L’elicottero del 118 è partito dalla base di Preturo e individuata la posizione del ragazzo, ha sbarcato i due tecnici di elisoccorso con il verricello: i due sono stati calati su un piccolo terrazzino poco sotto alpinista, dato che la verticalità della parete non permetteva all’elicottero di avvicinarsi di più.
Imbarco soccorritori a Campo Imperatore (Photo Cnsas Abruzzo)
Imbarco soccorritori a Campo Imperatore (Photo Cnsas Abruzzo)

Contemporaneamente un altro soccorritore ha raggiunto il ragazzo via terra: insieme al primo tecnico hanno messo in sicurezza il 23enne argentino e infine sono stati recuperati tutti e tre con il verricello dall’elicottero.  Le operazioni si sono concluse intorno alle 14: fortunatamente l’alpinista era in buone condizioni.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.