News

Lotta al fumo: esperimento in un paesino dell'Alto Adige

Anterivo (Photo courtesy www.provincia.bz.it)
Anterivo (Photo courtesy www.provincia.bz.it)

ANTERIVO, Bolzano — Sigarette bandite in tutto il paese, dai bar alle case, dai prati ai vicoletti. Ma non solo. Ecco l’esperimento che verrà fatto ad Anterivo, un paesino sul confine tra Alto Adige e Trentino: il luogo è stato scelto dal servizio pneumologico di Bolzano e dal il ministero della salute per una ricerca nazionale sulla prevenzione, la cura e il controllo del fumo.

Lotta senza pietà ai fumatori e al fumo, che secondo l’Organizzazione mondiale della sanità è la prima causa di malattia e di morte “evitabile” dei giorni d’oggi. Il fumo è anche considerato tra i principali fattori di rischio nell’insorgenza di patologie dell’apparato respiratorio e cardio-vascolare, senza contare gli elevatissimi costi assistenziali sanitari e sociali che ne derivano.

Eppure, secondo una ricerca recente, in Alto adige fuma il 26 per cento della popolazione, con picchi del 31 per cento tra i quindicenni. Insomma: una piaga da estirpare, per cui le autorità si stanno impegnando a fondo.

Ecco la ragione dell’esperimento che prenderà presto il via ad Anterivo, un comune di 390 abitanti che sorge alle pendici del Monte Corno, nel cuore della Val di Fiemme. Per la sua posizione isolata, si presta a fornire dati attendibili e circoscritti sugli effetti dell’iniziativa, che prevede una serie di azioni a rete per la lotta al fumo.

“Potremmo avere indicazioni molto utili – ha detto il presidente della Provincia di Bolzano Luis Durnwalder – in grado di orientare i provvedimenti che, in futuro, metteremo in campo in questo settore”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close