Outdoor

Valpusteria, si tenta Guinness: mille chilometri sugli sci in 24 ore

plan de corones
Plan de Corones

PLAN DE CORONES, Bolzano — Una staffetta senza precedenti, per portare in Val Pusteria un Guinnes dei Primati e studiare a livello scientifico come persone normali possano ottenere prestazioni da record. L’appuntamento è per il weekend del 14 e 15 gennaio, sulle nevi di Plan de Corones, con uno spettacolo da non perdere: 16 maestri di sci locali scenderanno in pista con un l’obiettivo di percorrere un dislivello totale di mille chilometri in discesa.

Gli atleti si alterneranno giorno e notte sulla pista “Lorenzi”, sul versante Valdaora, per raggiungere l’ambizioso obiettivo di gruppo, che però non sarà l’unico. Nella stessa prova si cercherà di raggiungere anche il recordo di 250mila metri di dislivello sciati dai 4 componenti delle 4 squadre, e il record individuale di dislivello massimo giornaliero di almeno uno degli sciatori.

Gli atleti gareggeranno con un paio di sci Salomon ideati apposta per questa “24ore”. E per l’occasione, la pista sarà illuminata a giorno anche nelle ore serali. La pista ha un dislivello di 506,21 metri e una lunghezza di 1680 metri, con pendenza tipica delle piste rosse.

La pista è servita da una potente cabinovia da 8 posti e di una stazione a valle rinnovata proprio per questo inverno: per risalire in cima alla pista con la cabinovia gli atleti impiegano poco più di 5 minuti. L’ampiezza minima del tracciato, completamente recintato in modo da permettere al pubblico di assistere ai bordi in totale sicurezza lungo l’intero percorso, è di 60 metri.

Per il pubblico, quel weekend, sarà ricco di eventi e sorprese. Venerdì 14 gennaio ci sarà la notte bianca, in concomitanza con la gara. Nell’apres ski Casola, ci sarà un dj show con vin brulè e frittelle non-stop. Ospiti importanti e leggende dello sport – di cui non è ancora stato svelato il nome -, firmeranno autografi, si terranno conferenze sul tema della salute, presentazioni di prodotti e video, test attrezzature, esibizioni di freestyle, sfilate di moda e fuochi d’artificio.

Il tentativo di Guinness record di Plan de Corones si lega anche a un obiettivo scientifico, con il progetto ‘Salute 3.0’ diretto dal Dr. Edgar Raschenberger e Alois Stotter. Il progetto intende evidenziare come individui assolutamente normali, cioè non atleti professionisti, possano avvicinarsi a prestazioni fisiche da record senza incorrere in danni alla propria salute. La preparazione degli atleti ha avuto inizio fin dall’estate.

Sono stati effettuati controlli di base dello stato di salute e delle prestazioni fisiche. Con l’ausilio di apparecchiature di monitoraggio gli atleti hanno potuto arricchire e migliorare in modo graduale le 5 colonne portanti della salute (igiene mentale, alimentazione, movimento, rigenerazione, creazione di un’atmosfera positiva) per arrivare a individuare la propria giusta “economia personale” (= massimizzazione delle prestazioni senza danni collaterali).

I maestri di sci che parteciperanno alla sfida verranno seguiti attentamente fino al momento del tentativo anche per quanto riguarda l’alimentazione, con un regime specifico in base al fabbisogno. Rigenerazione e condotta attiva/positiva sono state tra loro conciliate e ottimizzate grazie a tecniche di concentrazione.

Negli ultimi giorni, per un migliore adattamento, fino al momento della partenza sarà riorganizzato il ritmo dormi-veglia degli atleti. Nel giorno della prestazione verrà data assistenza dal management team, assieme a fisioterapisti, massaggiatori, psico-allenatori ed esperti di alimentazione.

I dati e i risultati saranno pubblicati in modo trasparente e messi a disposizione. Diversamente che dalle gare agonistiche, qui gli atleti sono dotati di un abbigliamento specifico (abbigliamento di compressione), per essere protetti dal raffreddamento, dall’acidità e dall’indurimento dei muscoli.

Info www.g30.info, www.plandecorones.com

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close