Scienza e tecnologia

Bolzano, centro di ricerca sulle mummie

immagine

BOLZANO — L’Accademia Europea di Bolzano (foto) sarà la sede di un nuovo centro di ricerca internazionale sulle mummie. Il progetto, approvato ieri dalla Giunta provinciale, è stato elaborato da Eduard Egarter Vigl, responsabile della conservazione di "Oetzi", la mummia dei ghiacci di 5mila anni fa, tuttora presente nel Museo archeologico della città.

Il compito principale del nuovo centro sarà l’attività di documentazione su Oetzi e sulle mummie in generale, oltre che il coordinamento delle attività di ricerca e la collaborazione con altri istituti a livello internazionale. L’obiettivo è quello di fare del centro un punto di riferimento per la conservazione delle mummie.
 
La provincia di Bolzano ha stanziato 250mila euro per l’avvio del progetto. Ed è previsto un bilancio annuale di circa 1 milione di euro.
 
Ieri sera, intanto, la mummia di Oetzi è stata "protagonista" di un’esercitazione anti incendio. Ovviamente per l’operazione è stata utilizzata una copia. Con la partecipazione di vigili del fuoco, poliziotti, medici e ambulanze Oetzi è stata evacuata dall’edificio con successo.
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close