News

Colpito da sasso a una mano: salvato rocciatore sulle Apuane

L'attacco dello Spigolo Est del monte Sagro (Photo Quotazero.com)
L'attacco dello Spigolo Est del monte Sagro (Photo Quotazero.com)

CARRARA — Stava arrampicando sul monte Sagro insieme a un compagno di cordata di La Spezia quando un masso si è staccato dalla parete e gli ha rotto una mano. E’ stato recuperato un rocciatore toscano di 41 anni feritosi lo scorso fine settimane sulle Alpi Apuane. A causa dell’incidente era rimasto bloccato a 1500 metri di quota.

L’incidente si è verificato domenica sullo Spigolo est del Monte Sagro, la montagna di 1752 metri nelle Alpi Apuane. L’uomo, un 41enne di Castelnuovo Garfagnana, in provincia di Lucca, aveva una mano spappolata dal masso, cadutogli addosso mentre arrampicava. Gli era quindi impossibile proseguire e scendere fino alla base della parete.

Le operazioni di soccorso si sono svolte in difficili condizioni meteorologiche a causa di una violenta grandinata abbattutasi nella zona. Gli uomini del Soccorso alpino stavano per trasportarlo a valle a piedi, quando intorno alle 17.30 una schiarita ha permesso all’elicottero Pegaso di alzarsi in volo e di recuperarlo, trasportandolo poi all’ospedale di Massa.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close