News

Trema il Nordest: lievi terremoti dal Trentino a Trieste

Un sismografo
Un sismografo

TRENTO — All’improvviso i muri hanno cominciato a vibrare. Dalla terra è salito un rumore sordo che, pur per pochi istanti, ha fatto correre un brivido lungo la schiena a molti. Una lieve scossa di terremoto è stata registrata ieri mattina intorno alle 11 nella zona di Ala, in Trentino.

Il movimento tellurico è stato avvertito chiaramente dalla popolazione. Secondo l’Istituto nazionale di geofisica e vulcanologia che tiene sotto controllo l’intero territorio italiano, l’epicentro del sisma si trovava in provincia di Trento, a pochi chilometri dalle frazioni di Ronchi, sulle pendici fra il Carega e Cima Posta, ad una profondità di circa 6 chilometri.

I sismografi della Rete Sismica Nazionale hanno registrato in realtà una doppia scossa. Il terremoto avvenuto nel distretto sismico delle Prealpi venete, alle coordinate 45.753°N, 11.012°E, è stato infatti concomitante con un movimento tellurico avvenuto al confine fra la Val d’Ultimo e la Val Venosta.

In ogni caso, la Protezione civile non ha emesso alcun comunicato relativo a danni a cose o persone.

E questa mattina, nuovi terremoti stavolta sulle montagne al confine tra Slovenia e Croazia. Due lievi scosse, la prima di 3,9 gradi della scala Richter registrata alle 4,21 e la seconda di 3,2 alle 8,13, avvenute al confine tra Slovenia e Croazia sono state avvertite dalla popolazione anche a Trieste nella Venezia Giulia. I due sismi non hanno provocato danni alle cose o alle persone.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close