News

Giornata nera, precipitano 3 ultraleggeri: 5 morti

La Cima Tre Scarperi
La Cima Tre Scarperi

BOLZANO — Cinque morti nel giro di ventiquattro ore. E’ il drammatico bilancio di tre diversi incidenti aerei che hanno visto coinvolti velivoli da turismo avvenuti sulle Dolomiti, nel Chianti e in provincia di Venezia.

Il primo episodio si è verificato domenica mattina sulle Dolomiti di Sesto, in Alto Adige. Un ultraleggero, partito dalla località La Comina, in provincia di Pordenone, ha perso quota nella zona di Cima Tre Scarperi, a circa tremila metri di quota. Sul posto sono sopraggiunti due elicotteri di soccorso, ma, per le due persone a bordo, uomo e donna, non c’è stato nulla da fare. La localizzazione del velivolo e il recupero delle salme sono stati molto difficoltosi. Alla fine sono stati recuperati i corpi delle due persone a bordo: si tratta di Claudio Rosset, di 50 anni, architetto, in passato assessore e vicesindaco di Pordenone, e della sua compagna, Michela Marconi, 42 anni.

Poche ore prima, un altro aereo da turismo era precipitato nella zona di Panzano in Chianti, nel Comune di Greve, in provincia di Firenze. A bordo si trovava soltanto il pilota, Riccardo Galardi, 57 anni, che è deceduto. Sono ancora da chiarire le dinamiche e le cause dell’incidente. Galardi era un costruttore amatoriale di velivoli e, anche quello su cui viaggiava, un monoposto a elica, era autocostruito. Dai primi rilievi risulta che fosse regolarmente omologato. Galardi era un pilota esperto e faceva parte del Club aviazione popolare della Toscana. Il pilota era partito da Ferrara ed era diretto all’aeroporto senese di Ampugnano. Prima dell’incidente, il pilota sarebbe riuscito a mettersi in contatto con la torre di controllo di Firenze, riferendo di avere difficoltà e di un conseguente atterraggio di emergenza.

Il terzo episodio è avvenuto ieri in tarda serata. Due persone sono morte in seguito alla caduta di un ultraleggero vicino a San Stino di Livenza, nel veneziano. Le due vittime sono il pilota del velivolo, Pietro Sturniolo, 45 anni di Marcon (Venezia), e Renzo Raffaini, 43 anni di Povegliano (Treviso). L’ultraleggero Eurostar si era alzato in volo dall’aviosuperficie di San Stino di Livenza, ma poco dopo il decollo si e’ schiantato in un campo.

Al momento non sono chiare le cause dell’incidente.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close