News

Fungaioli, catena di incidenti

Ricerca fungaiolo dispersoTRENTO — Un fungaiolo morto a Pisogne, sopra il Lago d’Iseo, e un altro in Trentino, nei boschi di Primiero. Ecco i due incidenti più gravi capitati nei giorni scorsi ai cercatori di funghi che durante questa stagione, molto spesso senza esperienza e attrezzatura adeguata, si trovano in difficoltà nei boschi.

Il primo fungaiolo è un pensionato morto nel Bresciano, a Pisogne, cadendo in un dirupo. Era uscito di casa a Ferragosto per un giro a funghi ed è stato ritrovato due giorni dopo, senza vita, in fondo alla Valle della Rovina, nei pressi della frazione Sonvico.

L’altro, un anziano di 86 anni, è morto precipitando su un pendio scosceso per circa cento metri. Non è ancora chiaro se la causa dell’incidente sia stato un malore o una scivolata sul terreno fangolo a causa delle piogge ferragostane.

Diversi altri incidenti che coinvolgono fungaioli dispersi o feriti stanno impegnando in questi giorni le squadre del Soccorso Alpino di tutte le Alpi. “Capita di trovare queste persone nel bosco con mocassino o addirittura scarpe da cerimonia – dicono i tecnici -. L’improvvisazione è spesso la causa di questi incidenti”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close