• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Interviste, Multimedia, Player, Video montagne

Vita da capanàt: intervista al rifugista della Gnifetti

Alzarsi ogni mattina alle 4.30, per servire le colazioni agli alpinisti diretti sulle cime del Monte Rosa. Vivere a 3.647 metri e dormire cinque ore per notte, fare la pasta nella pentola a pressione altrimenti non cuoce e occuparsi di rifornimenti di frutta fresca e smaltimento rifiuti. Ecco la difficile – ma appassionante – “vita da capanàt” che Stefano Intini, gestore della Capanna Gnifetti al Monte Rosa, ci racconta in questa videointervista svelando i segreti di uno dei rifiugi più gettonati delle Alpi e degli escursionisti che lo frequentano. “Non cambierei lavoro per niente al mondo” dice Intini.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.