News

Due escursionisti salvati sulle Dolomiti Bellunesi

Rifugio Scarpa
Rifugio Scarpa

VOLTAGO AGORDINO, Belluno — Due escursionisti in difficoltà sono stati soccorsi dall’elicottero del Suem di Pieve di Cadore lo scorso fine settimana sulle Dolomiti bellunesi. Il primo intervento è avvenuto sul monte Agner, dove una ragazza infortunata era impossibilitata a scendere. Il secondo sopra le montagne di Cortina, per recuperare un altro escursionista ferito.

La prima operazione di soccorso è avvenuta dopo mezzogiorno di sabato scorso. La persona in difficoltà era una ragazza di 28 anni di Mestre che stava percorrendo con due amici il sentiero sopra il rifugio Scarpa, comune di Voltago Agordino, posto a 1735 metri sul monte Agner.

Secondo il Gazzettino che riferisce la notizia, la giovane, che indossava delle scarpe da ginnastica, sarebbe caduta mentre cercava di superare una lingua di neve di una valanga che tagliava il percorso. E’ scivolata per una ventina di metri ferendosi a un ginocchio. Gli uomini del Suem di Pieve di Cadore l’hanno recuperata con un verricello di 5 metri e trasportarla all’ospedale di Agordo.

Il secondo intervento è stato effettuato sulle montagne sopra Cortina d’Ampezzo, nella zona del rifugio Vandelli. Qui un escursionista vicentino di 50 anni ha chiamato aiuto perché impossibilitato a proseguire nel cammino a causa di una ferita a un piede procurata da una storta.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. E’ stata ancora fortunata! Mi domando con quale criterio si va in montagna con le scarpe da ginnastica. Si sa che in montagna il pericolo è sempre presente e tanto più se non vengono rispettati i più elementari criteri di sicurezza.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close