News

Tav, spunta un percorso alternativo

immagine
TORINO — Un percorso alternativo per la Tav in Val di Susa. E’ questa la nuova proposta del presidente della Regione Piemonte, Mercedes Bresso: la linea ad altà velocità passerebbe per un lungo tratto in Val Sangone per poi terminare in Val di Susa.
 
Continua il dibattito intorno alla Tav: l’attenzione è ora puntata sulla possibilità di effettuare un tracciato diverso da quello fino ad ora considerato. Bresso aveva già avanzato la proposta quando sedeva in Provincia, anche se ai tempi il progetto non aveva più avuto alcun seguito.
 
Il deputato di Forza Italia Osvaldo Napoli incontrerà nei prossimi giorni Mario Virano il Presidente dell’Osservatorio sull’Alta Velocità Mario Virano per discutere l’idea e conoscere la disponibilità da parte dei comuni della Val Sangone. Le prime reazioni da parte dei sindaci sarebbero state positive.
 
Comunque, non si escludono difficoltà e proteste nei confronti della proposta appena nata. Infatti, anche partendo dalla Val Sangone, la linea ferroviaria dovrebbe per forza passare, sebbene per un breve tratto, in Val di Susa, una zona in cui sono ancora molto vive le correnti anti-Tav.
 
Gli scontri ideologici sulla questione sono lontani dalla soluzione: da una parte Mercedes Bresso, Pininfarina, il sindaco di Torino Sergio Chiamparino, il ministro Di Pietro ed il presidente torinese di Confindustria Tazzetti considerano sempre di più la possibilità di concludere il progetto. Le loro opinioni sono conformi a quelle del governo, della Regione Piemonte e della Provincia di Torino.
 
Le voci favorevoli alla Tav si intensificano soprattutto dopo che Bresso ha evidenziato il pericolo che corre l’intera regione. Secondo le sue riflessioni, la Svizzerà potrebbe approfittare delle incertezze dei piemontesi e strappare il corridoio di transito all’Italia. Stando a questi timori Tazzetti sembra già pronto ad organizzare una marcia pro-Tav.
 
Dall’altra parte però abbiamo le amministrazioni comunali e i cittadini della Valle che non sono proprio così propensi all’idea di vedere realizzato il discusso progetto.
 
Valentina Corti

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close