• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Alpinismo, Alta quota

Lhotse, nuova variante in solitaria per Urubko

Denis Urubko sulla cima del Lhotse
Denis Urubko sulla cima del Lhotse

Updated – KATHMANDU, Nepal — “Il 16 maggio ho aperto una nuova via sul Lhotse! Ero da solo”. Poche parole ma chiare quelle dette da Denis Urubko tramite un sms inviato a un sito d’alpinismo russo. Il compagno di scalata Simone Moro invece, è rimasto al campo base, dove il fuoriclasse kazako l’ha raggiunto questa mattina. Questa la foto della vetta.

“Ho aperto una via nuova sul Lhotse partendo da Colle Sud – dice il messaggio di Urubko -. Ero da solo. Sono partito alle 6.10 e arrivato in cima alle 11.30. Poi sono arrivato a campo 2 alle 16”.

Il messaggio di testo è arrivato sul telefonino di Lena Laletina di RussianClimb.com ieri, e subito la notizia è rimbalzata su tutti i siti d’alpinismo internazionali. Poi maggiori informazioni sono state fornite dal compagno di scalata del kazako, Simone Moro, che è rimasto invece al campo base e dove l’ha riabbracciato poche ore fa.

“Denis era felice e stanco per la bella salita al Lhotse effettuata per una via/variante nuova – scrive Moro sul suo sito -. Partendo da Colle Sud alle 6:30 di ieri mattina è arrivato sulla vetta alle 11,30 dopo aver tracciato quella linea che assieme avevamo pensato. Bravissimo!!

L’alpinista bergamasco non l’ha accompagnato nell’impresa, per continuare a prestare aiuto alle operazioni di trasporto delle salme di Serguey Duganov e di Gianni Goltz.

“Io era al campo base dopo aver dato disponibilità per coordinare gli sforzi all’evacuazione in elicottero di due salme da campo 2 – spiega infatti Moro sul suo sito -, un’operazione tra le prime nel suo genere con questa tecnica. Non voglio però speculare su questa triste vicenda e passo oltre”.

Anche perché adesso l’alpinista bergamasco ha ben altro a cui pensare. Nei prossimi giorni sarà infatti impegnato in una nuova impresa, la salita senza ossigeno del versante sud dell’Everest.

“Tra 3 giorni partirò – dice infatti Moro -, la data teorica di vetta dovrebbe essere il 23 Maggio a meno che il bollettino meteo non consigli variazioni dell’ultimo minuto. Denis è appena partito per scendere a valle ad incontrare amici e fidanzata. Ritornerà al campo base con loro per aspettarmi dopo il mio tentativo”.

La variante aperta da Urubko – Foto Simone Moro

L’Everest visto dalla vetta del Lhotse

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.