• Il primo sito italiano sul mondo della montagna e dell'alpinismo
Estremo

Giù per 100 metri in verticale: nuovo record in Svezia

La corsa in verticale
La corsa in verticale

VASTERAS, Svizzera — Mentre l’alpinismo tendenzialmente va all’insù, in Svezia si sono inventati un nuovo sport: quello della corsa all’ingiù. in pratica, si scende – ovviamente legati a una corda – di corsa da una parete di 100 metri, in genere quella di un edificio, il più velocemente possibile.

Ebbene, nei giorni scorsi lo svedese Tony Berglund ha fatto il record mondiale di questa strana disciplina percorrendo in 34,76 secondi la facciata di un edificio di 84 metri (più una pedana di 20 m fissata in cima) situato a Vasteras, nel sud della Svezia.

Il suo tempo ha battuto di un secondo e mezzo il precedente record del mondo, sostentuto da un’imbracatura, Berglund si è calato stando attento a calcare con i piedi la pista verticale.

Articolo precedenteArticolo successivo

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.