Green

Falò per salvare i prati alpini in estinzione

Falò sulle Alpi
Falò sulle Alpi www.feuerindenalpen.com

BERNA, Svizzera — Il 90 per cento dei prati alpini fioriti è scomparso negli ultimi 60 anni. Colpa dell’intensivizzazione dell’agricoltura e dell’imboschimento causato dall’abbandono dei pascoli e dei villaggi d’alta quota. Questo il dato allarmante che ha spinto gli svizzeri a dedicare la campagna “falò nelle Alpi” di agosto alla protezione di fiori di montagna.

Un falò per “accendere” l’attenzione sui fiori di montagna. Ecco il messaggio che verrà lanciato dai falò che ogni anno animano le montagne svizzere la seconda settimana di agosto. Chiunque può partecipare con un falò: aziende, organizzazioni o privati che vogliono attivarsi per l’ambiente.

Il tema è stato scelto per contribuire all’Anno internazionale della biodiversità 2010. I prati fioriti e i pascoli secchi, che campeggiano sui manifesti pubblicitari alpini, vanno infatti scomparendo e non essi l’habitat di quasi la metà delle specie animali e vegetali che abitano le Alpi.

La campagna “Falò nelle Alpi”, iniziata nel 2001 coordinata dalla Cipra Svizzera, ha come obiettivo la ensibilizzazione verso la tutela del patrimonio naturale e culturale delle Alpi attraverso la tradizione ormai secolare dei falò, che già nel Medioevo erano utilizzati come segnali d’allarme sulle montagne.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close