Film

Am limit: Huber estremi

immagine generica

Uniti nel sangue, dalla corda e da una vera dipendenza dall’adrenalina, i fratelli Thomas e Alexander Huber sono climber spericolati, velocissimi ed eccezionali. Il loro sogno era scalare la leggendaria via del Nose in sole due ore e mezzo. Un’impresa da record realizzata praticamente di corsa.

 

Quella del Nose è una via di 900 metri estremamente dura, leggendaria, per pochi. Ma se alla difficoltà oggettiva si aggiungono tempi di scalata strettissimi il risultato è quasi impossibile.

Se arrampicare non è come giocare a scacchi, in questo caso il rischio non solo è messo in conto ma è anche cercato. Thomas e Alexander Huber, lo dicono chiaro: "non ho mai provato una paura più forte di quella che provo quando arrampico. Questi momenti sono resi così intensi dalla paura, che se alla fine li superi e ce la fai, vivi un’esperienza che non dimenticherai mai nella vita".

L’adrenalina e il forte rischio che a volte sembrano far tutt’uno con l’incoscienza, sfociano nella soddisfazione più assoluta una volta che la sfida è vinta. Questo è il bello dell’estremo.  Almeno secondo i due climber che sulla leggendaria via del Nose sognavano di salire in sole 2 ore e mezzo: un sogno poi realizzato il 9 ottobre del 2007 in 2 ore e 45 minuti. Il record è loro.
  
Questo il racconto di "Am limits" il film che riprende i fratelli Huber in questa incredibile impresa.

 

Valentina d’Angella

 

Guarda il trailer del film

documentprint mail-to

 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close