Itinerari

Una grotta di ghiaccio in Val Viola

immagine generica

Una misteriosa grotta di ghiaccio a 2600 metri di quota in val Canton Dosdè, sul versante nord delle cime di Lago Spalmo. Una meraviglia naturale dell’Alta Valtellina segnalata per noi da Adriano Greco, che vi lascerà senza fiato. Se volete avventurarvi e scoprire questo gioiellino ancora sconosciuto ai più, ecco le facili istruzioni per arrivate al rifugio Federico Valgoi in Dosdè e da lì alla grotta.

Partendo da Bormio, attraversate la Valdidentro percorrendo la Strada Statale 301 in direzione Livigno e Passo del Foscagno.  Giunti al chilometro 15 del passo, prendete la deviazione a sinistra per la Val Viola.

Scendendo per questa bella valle, attraversata dal torrente Bormina, arrivate ad Arnoga, una piccola località a 1850 metri. Seguire quindi la strada carrabile sterrata: dopo 5 chilometri arriverete al posteggio di Altumeira.

Da qui: gambe in spalla! Prendete il sentiero e seguite la deviazione per la malga Dosdè. In 20 minuti circa di camminata troverete il rifugio Federico Valgoi in Dosdè, a 2130 metri di altezza.

Il rifugio può ospitare fino a 25/30 persone per il pernottamento, è dotato di servizi igienici, docce e corrente elettrica. E’ aperto dal 20 giugno al 20 settembre (per l’apertura invernale è consigliabile telefonare), ed è di proprietà del Cai di Bormio.

In un’ora di cammino dal rifugio Federico Valgoi si arriva a destinazione.

L’onore della scoperta di questo angolo di paradiso va al gestore del rifugio: Adriano Greco, guida alpina, alpinista e commissario tecnico della nazionale di sci alpinismo. Greco stesso ci ha inviato le foto che pubblichiamo e che oltre a suggerire la suggestione del luogo possono aiutare a individuare dove si trova precisamente la grotta.

"Nella foto panoramica (riportata sotto) – spiega Greco -, la grotta si trova circa al centro della foto, dietro la morena alla base della macchia di neve più grossa illuminata dal sole".

"Arrivarci è molto semplice – prosegue Greco – la settimana scorsa sono saliti anche dei ragazzi in scarpe da ginnastica, anche se è sempre consigliabile indossare scarponcini da montagna. L’unico problema potrebbe essere proprio quello di trovare la grotta, ma se chi la vuole visitare passa prima dal rifugio, sia io che la mia famiglia sapremo indirizzarli al meglio".

Inaugurato nel 2004, il rifugio Federico Valgoi in Dosdè sta acquistando popolarità, perchè è inserito in un percorso molto panoramico in ambiente di alta montagna ancora selvaggio, con vista dei ghiacciai del gruppo Lago Spalmo-Cima Viola e Saoseo. Oltre ad servire da base per ascensioni alpinistiche, è possibile anche arrampicare su vie di roccia nell’ambiente della Val Cantone di Dosdè.

 

        

 

 

 

Valentina d’Angella

documentprint mail-to
 
 

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close