News

E il terremoto rafforza le relazioni Italia-Pakistan

21 novembre 2005 – "Un sincero grazie all’Italia per il suo appoggio nell’emergenza terremoto". Così si sono espressi il premier Shaukat Aziz e il ministro degli Esteri Khurshid Kasuri durante l’incontro che si è tenuto ad Islamabad con il ministro italiano per gli Affari Regionali Enrico La Loggia.

 

laloggiaLa Loggia, in missione per conto di Silvio Berlusconi, è intervenuto in rappresentanza del governo italiano alla "Conferenza dei Paesi donatori per la ricostruzione delle aree terremotate".  Nel suo discorso davanti al presidente pakistano Pervez Musharraf e al segretario generale dell’Onu Kofi Annan, il ministro ha ricordato come l’Italia si sia subito mobilitata per far fronte alla catastrofe provocata dal sisma che l’8 ottobre scorso ha investito il Kashmir, provocando 80mila morti e 3 milioni e mezzo di senzatetto.

 

Il nostro Paese si è distinto per l’invio di viveri e medicinali e per la realizzazione di un ospedale da campo. Quanto ai contributi finanziari, ulteriori risorse arriveranno dalle regioni e verranno distribuite secondo gli accordi presi nella Conferenza Stato-Regioni.

 

Dopo l’incontro con le autorità pakistane, La Loggia, accompagnato dall’ambasciatore Roberto Mazzotta, ha visitato le zone maggiormente colpite dal terremoto e ha incontrato gli operatori della Cooperazione italiana, della Protezione civile e della Croce Rossa che si stanno prodigando negli interventi.

 

Sul posto, da qualche giorno, ci sono anche gli uomini del Genio dell’esercito impegnati nell’operazione "Indus" della Nato. Stanno portando sul posto 1800 tonnellate di mezzi e materiali.   

      

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close