News

Giacoletti, ricordo di un grande alpinista

4 ottobre 2005 – A Barge, nella Valle dell’Infernotto (provincia di Cuneo) lo ricordano in molti. Tanto che in questi giorni hanno deciso di dedicargli una mostra con tanto di pannello commemorativo. Lui, Vitale Giacoletti, era cittadino bargese ma soprattutto il fondatore della locale sezione del Cai.

 

infernottoClasse 1923, Giacoletti fu insegnante elementare nelle scuole della zona. Ma nella Valle dell’Infernotto (nella foto) era noto soprattutto per la sua grande passione per la montagna. Egli era infatti il fondatore della sezione Cai di Barge, e riuscì nell’intento di coinvolgere tanti giovani, avviandoli all’alpinismo, all’escursionismo e allo scialpinismo. La fatale caduta durante la discesa dal Cervino, l’8 agosto 1955, gli stroncò la vita. E gettò il Cai di Barge in una profonda crisi, dalla quale si riprese solo da qualche tempo.

 

La mostra in suo onore è allestita nei locali della biblioteca comunale di via Monviso. Dopo la visita alla mostra è prevista la cerimonia del pannello commemorativo che si trova sulla piazza Vitale Giacoletti, intitolata proprio al grande scalatore.

 

La celebrazione si aggiunge a quella dell’’8 agosto scorso, con l’intitolazione di un Passo dedicato a Giacoletti, 50 anni dopo la caduta sul Cervino che lo strappò all’affetto degli amici.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close