News

Solitaria e invernale: la nuova sfida di Lafaille al Makalu

21 ottobre 2005 – Ha un sapore antico il tentativo di scalata annunciato nei giorni scorsi da Jean-Christophe Lafaille. Obiettivo: il Makalu e i suoi 8.481 metri di altezza, in inverno e, manco a dirlo, in solitaria. Fu di Reinhold Messner il primo tentativo. Altre forti cordate lo seguirono negli anni. Ma mai nessuno raggiunse l’impresa.

L’11 dicembre 2004 Jean-Christophe era in cima allo Shisha Pangma (8.046 mt), da solo. Era lì per testare la sua resistenza fisica e mentale alle condizioni estreme della montagna. Era lassù per dimostrare che salire un ottomila in stile alpino, senza infrastrutture al campo base, e in pieno inverno, era possibile.

A un anno di distanza sarà di nuovo sfida. Stavolta al Makalu. Come in quel 15 maggio del 1955 quando i francesi Jean Couzy e Lionel Terray, primi al mondo, salirono la "montagna nera".

La partenza per il Nepal è fissata il primo dicembre, dopo un mese di preparazione intensa in Europa e il ritorno per il 30 gennaio. Il campo base sarà allestito a 5.400 metri di altezza.

Jean Christophe Lafaille, uno degli alpinisti più famosi al mondo, è nato il 31 marzo 1965 a Gap (Francia). Guida Alpina, insegna l’alpinismo presso la rinomata Scuola nazionale di sci e di alpinismo di Chamonix. Interminabile, l’elenco delle sue imprese alpinistiche. Il Makalu sarebbe il suo dodicesimo "ottomila". E non si contano le salite alle più prestigiose vette europee, nell’Oberland Bernese, al Monte Bianco, alle Grandes Jorasses.

Epici i suoi concatenamenti. Da solo e in 15 giorni, Eiger, Cervino e Grandes Jorasses. Sempre in solitaria e in meno di 4 giorni Ghasherbrum I e Ghasherbrum II senza ossigeno e senza sosta intermedia al campo base.

Insomma, una sfida terribile per un grande campione.

Nelle immagini:
– Lafaille in vetta allo Shisha Pangma lo scorso anno
– Il Makalu

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close