News

Val Masino, Maspes apre due nuove vie in due giorni

22 settembre 2005 – Il valtellinese Luca Maspes, uno dei maggiori talenti alpinistici in circolazione, ha aperto due nuove vie in due giorni nella zona della Val Masino, provincia di Sondrio. In linea con il personaggio, giovane ed eccentrico, anche i nomi dati ai nuovi itinerari alpinistici: il male e la iena.

 

maleIl percorso del "male" si snoda lungo la Val Porcellizzo, che fin dalla sua testata offre spunti per nuove linee classiche e non forzate.

 

Maspes e il milanese Mario Scarpa sono partiti dal rifugio Gianetti. Hanno attaccato la via nuova che finisce sulla cresta che porta dalla Punta Torelli alla Sant’Anna, salendo per 300 metri attraverso una serie di fessure e camini senza interruzioni.

 

Il tratto più difficile al secondo tiro di corda (nella foto, Maspes durante il passaggio): in una bella fessurona ad incastro di corpo (VI+/VII-) poi più semplice fino ad un lichenoso caminetto finale. Utilizzata un’attrezzatura tradizionale con "nuts" e "friends", anche grossi, e 2 chiodi usati e poi tolti nel secondo tiro. E’ seguita una discesa in doppia dopo aver attrezzato qualche sosta a chiodi.

 

Il giorno successivo, Maspes è stato raggiunto da altri due “enfant prodige

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close