News

Storie d’altri tempi: la “Ovest di Lavaredo”

Cassin8 settembre 2005 – Era il 29 agosto del 1935 quando Riccardo Cassin e Vittorio Ratti portarono a termine una delle imprese più complesse e impegnative della storia dell’alpinismo. Superando quello che, all’epoca, era considerato lo scoglio più arduo dell’arrampicata dolomitica: lo strapiombo della parete nord della Cima Ovest di Lavaredo.

 

 

I 27 precedenti tentativi erano andati tutti respinti. Da Emilio Comicio a Mary Varale, da Dimai a Demetz, da Raffaele Carlesso a Bartolomeo Sandri. L’impresa di cassin incomincia all’alba del 27 agosto.Un tempo incerto accompagna tutta la salita. Ma dopo un bivacco in parete e oltre 60 ore di arrampicata a tratti nella furia degli elementi, i due lecchesi sono in vetta.

"Il popolo di Lecco", giornale dell’epoca, scriveva: «Una spettacolosa e chiara affermazione internazionale che ha la più larga eco nella stampa italiana ed estera e fra gli alpinisti più quotati. Ciò non meraviglia, data la leggenda di invincibilità che s’era creata attorno la famosa parete il cui caratteristico rigonfiamento sembrava una sfida all’ardimento umano e ai mezzi che la tecnica aveva reso familiari». 

Dopo la salita dello spigolo sud est della Torre Trieste, nel gruppo del Civetta, la Ovest di Lavaredo rappresentò per Cassin la seconda grande uscita dal territorio lecchese. Che lo portò, negli anni successivi,  a scrivere pagine fondamentali dell’alpinismo italiano. La nord est del Pizzo Badile, lo sperone Walker alle Grandes Jorasses, l’Aguille de Leschaux.

 

E poi l’alpinismo extraeuropeo con la spedizione al Gasherbrum IV, al Mount McKinley in Alaska e sulla Jirishanca, il Cervino delle Ande.

Il 2 gennaio prossimo Cassin spegnerà 97 candeline. 97 anni passati a rincorrere un amore del tutto particolare, fatto di rocce, diedri e strapiombi.

Nelle immagini:
– Cassin in arrampicata
– La via sulla parete nord della Ovest di Lavaredo
– Vittorio Ratti
– Riccardo Cassin

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close