News

Rapporto Onu: gorilla di montagna a rischio estinzione

2 agosto 2005Potrebbero sparire nel giro di una generazione umana. E’ questo il grido d’allarme lanciato dall’Unep, l’agenzia dell’Onu che si occupa di biodiversità, per evitare la prematura scoparsadi gorilla e scimpazè.

 

gorillaSecondo lo «World atlas of great apes and their conversation» (l’Atlante mondiale delle grandi scimmie e la loro conservazione) pubblicato dall’ Unep (United Nations Environment Program), le cause dell’estinzione sono l’incremento degli insediamenti umani, il disboscamento e la moltiplicazione delle malattie che in gran parte dell’Indonesia hanno dimezzato in poco più di cinque anni il numero di questi animali.

 

La situazione in Asia sarebbe quasi compromessa, con la riduzione a un decimo degli esemplari presenti fino a pochi anni fa. Mentre in Africa anche i gorilla di montagna che vivono nella Repubblica democratica del Congo e i gorilla che abitano tra la Nigeria e il Camerun (nella foto) potrebbero scomparire rapidamente: dei primi ne esistono solo 700 esemplari mentre dei secondi ne sono rimasti solo 250. La causa della diminuzione di queste specie è soprattutto il virus ebola. Non è chiaro perchè la malattia attacchi principalmente questi animali. Un gruppo di esperti, arrivato in Africa nello scorso maggio, ha stilato un piano d’azione per la conservazione delle scimmie dell’Africa equatoriale.

 

Fermare il declino, tuttavia, non sarà facile. Per questo, nel 2001  è stato lanciato il «Great ape survival project(Grasp)». Il progetto ha come fine la creazione di strategie per salvaguardare tutte le specie che vivono nelle regioni africane e asiatiche. Se ne parlerà in Congo la prossima settimana, durante un meeting fra esperti.  

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close