News

40 mila anni fa un tempio sul “vero” monte Sinai: oggi la presentazione

02-03-2005 – Sul "vero" monte Sinai sono stati scoperti i resti di un luogo rituale di culto risalenti a 40 mila anni fa. Oggi la presentazione.


Sull’altopiano Har Karkom, un plateau di 850 metri sul livello del mare che, secondo molti studiosi, sarebbe il vero monte Sinai della tradizione biblica e che si trova a nord dell’omonima penisola, tra le citta’ Eilat e Mizperamon, sono stati scoperti i resti di un luogo rituale di culto risalenti a 40 mila anni fa.

Ai piedi sono inoltre stati trovati segni di accampamenti risalenti alle ipotetiche date dell’esodo degli ebrei dall’Egitto.

La scoperta e’ stata fatta nel corso della spedizione archeologica italiana nel Sinai e nel deserto del Negev, diretta dal professor Emmanuel Anati, fondatore e direttore del Centro Camuno di Studi Preistorici, che ha sede in Valcamonica, in provincia di Brescia, e che e’ stato docente di preistoria all’universita’ di Tel Aviv e di Paletnologia all’universita’ di Lecce.

Anati svolge da 24 anni ricerche nella zona a nord del Sinai e nel deserto del Negev e oggi, mercoledi’ 2 marzo, alle 10,30 a Livorno, nella Biblioteca Labronica, in occasione della Conferenza Enriques 2005, illustrera’ le sue recenti scoperte.

I resti individuati sul Har Karkom risultano ad oggi, secondo il professor Anati, quelli del tempio piu’ antico del mondo. Si tratta di una serie di monoliti antropomorfi, una quarantina in tutto, sistemati in un avvallamento, invisibile dal basso, e sull’orlo di un precipizio. ‘‘Appare come un vero e proprio luogo di culto risalente al periodo di passaggio tra il paleolitico medio e quello superiore – spiega il professor Anati – che attesta l’antichissima sacralita’ del luogo posto lungo il percorso migratorio tra l’Africa e l’Asia”.

”Le nuove scoperte – spiega Anati, che si riserva di scoprire tutte le carte in occasione della conferenza di Livorno – rimettono inoltre in discussione le date ipotetiche dell’esodo degli ebrei dall’Egitto che potrebbe risalire ad un’epoca precedente”.

La convinzione che il vero Monte Sinai della tradizione biblica sia in realta’ lo Har Karkom non e’ solo di Emmanuel Anati, ma e’ condivisa da molti altri studiosi.

”L’indicazione di quello dove sorge il santuario di Santa Caterina come il Monte Sinai sul quale sali’ Mose’ – spiega Anati – fu assunta in epoca bizantina, trecentocinquanta anni dopo Cristo e molto probabilmente questo accade solo perche’ era la montagna piu’ alta della zona”.


Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close