OutdoorTrail running

A Courmayeur 1100 runner pronti a sfidarsi nel Tor des Géants

In Valle d’Aosta tutto è pronto per l’appuntamento annuale con il TOR330 – Tor des Géants, l’endurance trail considerato il più duro al mondo. Saranno 1100 gli atleti pronti a sfidarsi lungo il suggestivo percorso di 330 chilometri, con partenza e arrivo a Courmayeur, che si sviluppa lungo le due Alte Vie della Valle d’Aosta. 24.000 i metri di dislivello positivo. 150 ore il tempo massimo di percorrenza. La partenza dei runner è prevista nella mattina di domenica 11 settembre ma l’avvio della XIII edizione del TORX è in programma per domani, venerdì 9 settembre.

Si parte con il TOR450 – Tor des Glaciers

Ad aprire le danze sarà infatti il temibile TOR450 – Tor des Glaciers: 450 km e 32.000 metri di dislivello positivo, con partenza e arrivo a Courmayeur, da affrontare in massimo 190 ore. Una gara varata per celebrare la decima edizione del TOR330 – Tor des Géants che si presenta come una prova di resistenza riservata unicamente a 200 corridori, selezionati per affrontare le vie e le creste ancora poco esplorate della Valle d’Aosta, tra coloro che abbiano finito il TOR330 negli anni precedenti in un tempo massimo di 130 ore.

Martedì 13 settembre prenderà invece il via il TOR130 – Tot Dret, trail di 130 chilometri e 12.000 metri di dislivello positivo che parte da Gressoney e arriva a Courmayeur. Una gara più breve della sfida dei giganti ma decisamente impegnativa, con il Monte Rosa, Cervino e Monte Bianco a fare da scenografia. Tempo massimo di percorrenza: 44 ore

Ultima gara in programma, con partenza prevista per sabato 17 settembre, sarà il TOR30 – Passage au Malatrà (30 km, 2300 D+). Una gara “corta”, con partenza da Saint-Rhémy-En-Bosses e arrivo a Coumayeur, che richiede ugualmente preparazione e conoscenza, sia per i dislivelli che gli atleti devono affrontare sia per la quota a cui si svolge. Impareggiabili anche in questo caso i paesaggi attraversati. Attraversare lo stretto passaggio del Col de Malatrà, a 2925 metri, è infatti come passare per “la porta del Paradiso– scrivono gli organizzatori – . Non solo per il paesaggio vasto e imponente – da un lato l’intera catena del Monte Bianco e dall’altro le dorsali oltre i 4300 metri del Grand Combin – ma anche perché al Malatrà inizia il tratto più ambito del Tor des Géants®, quello che, scendendo tra ampi valloni e boschi porta i concorrenti al traguardo di Courmayeur”. Tempo massimo di percorrenza: 8 ore.

Variazione di percorso causa frane

Da evidenziare che sia il TOR330 che il TOR130 presenteranno una variazione del tracciato rispetto al percorso canonico. Come diffuso in una nota nei giorni scorsi dagli organizzatori, “nel tratto di sentiero ad Oyace, in seguito ai noti eventi franosi, il percorso è stato modificato. Il nuovo tratto sarà tracciato esattamente come gli altri sentieri di gara. Unico cambiamento, si perdono circa 700 m di dislivello e 4 km.”

1100 giganti pronti al via

Tornando alla gara chiave del TORX, il mitico Tor des Géants, come anticipato saranno 1100 i giganti in gara, tra i quali spicca il nome di Franco Collé, vincitore dell’edizione 2021 con un tempo record di 66 ore, 43 minuti e 57 secondi.

La partenza degli atleti sarà scaglionata: un primo gruppo partirà domenica 11 alle ore 10.00, un secondo alle ore 12.00. I primi arrivi sono previsti nella notte di mercoledì 14 settembre (ore 4.00), gli ultimi nel pomeriggio di sabato 17 settembre (ore 18.00). Le premiazioni si svolgeranno domenica 18, a chiudere una settimana di fatica ed emozioni.

Tags

Articoli correlati

Un commento

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close