CronacaNews

Cervino, lanciano l’allarme poi rifiutano i soccorsi. Tre alpinisti a rischio denuncia

Nella giornata di venerdì 19 agosto, tre alpinisti polacchi hanno intrapreso l’ascesa del Cervino lungo la interdetta Via Normale italiana. Verso le ore 21 hanno allertato i soccorsi, dichiarando di non essere più in grado di proseguire e di aver trovato riparo nella Capanna Carrel (3.830 m). Il forte vento presente nella giornata di sabato, ha reso impossibile un decollo dell’elicottero prima del tardo pomeriggio.

Dopo le 18.30, quando le condizioni meteo sono migliorate, il Soccorso Alpino valdostano ha ricontattato telefonicamente gli alpinisti, ancora bloccati presso la Capanna. I tre hanno informato i soccorritori di essersi rifocillati e di avere intenzione di scendere autonomamente nella mattina di domenica 21 agosto.

Avendo violato l’ordinanza comunale che vieta la salita lungo la Via Normale italiana, in vigore dal 3 agosto scorso, i tre rischiano ora una denuncia.

Si tratta del secondo episodio di appurata violazione della suddetta ordinanza. La scorsa settimana il Soccorso Alpino è infatti dovuto intervenire nel recupero di un alpinista polacco, bloccato nella zona del Pic Tyndall (4.241 metri). Anche in questo caso, a seguito del salvataggio, per l’uomo è scattata una denuncia.

Tags

Articoli correlati

6 Commenti

  1. Poi c’e’ qualcuno nel “blog” che mi dice di fare commenti beceri a tali situazioni. Proporrei una medaglia a tutta sta gente cosi’ faccio contenti i pensatori della liberta’ inviolabile di ognuno sempre e comunque……….

  2. Ma il soccorso si è mosso, o ha lavorato solo telefonicamente ?
    Positivo il fatto che abbia aspettato.
    Una proposta: rendere il “rifugio” Carrel spstabile, come i bivacchi rossi, e portarlo in paese.

  3. Probabilmente i polacchi sono un po’ restii al rispetto delle ordinanze locali… oppure c’è un po’ di disinformazione perché se fossi in cattiva fede, eviterei la chiamata i soccorsi e finire in pasto si lupi, giacché sono ormai in salvo per la notte alla capanna Carrel…! Suona un po’ tutto strano…

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close