Ambiente

Quaranta litri d’acqua a testa per combattere la sete del mondo

immagine

MILANO — E’ stata presentata ieri, a Milano, la campagna "portatori d’acqua", promossa dal Comitato Italiano per il Contratto Mondiale sull’Acqua, con il sostegno di un consorzio Ong e alcune associazioni – Cevi, Cipsi, Cric, Cospe e Legambiente. L’obiettivo è di garantire a tutti 40 litri di acqua al giorno.

Sono ancora troppe le persone che, oggi, muoiono per mancanza di acqua. Nel mondo, 1,5 miliardi di individui non hanno accesso all’acqua potabile e 2,6 miliardi non hanno servizi igienico-sanitari di base.
 
Una situazione intollerabile che deve essere risolta. Secondo le organizzazioni che si occupano del problema, servirebbero 10 milardi di euro per porre fine alla mancanza di acqua. Ma, sostengono sempre le Ong, risulta esserci troppa indifferenza nella comunità internazionale e poca volontà politica da parte dei Governi.
 
La campagna vuole porre in rilievo tutte le iniziative e le proposte di coloro che sono disponibili ad impegnarsi nel difficile obiettivo di riconoscere l’acqua come un diritto umano per tutti.
 
Greta Consoli

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close