Mostre e convegni

“Antarctica 2020”, una mostra sulla spedizione alpinistico-scientifica di Sanguineti, Dell’Agnola e Cavalli

Al Museo del Mare di Genova è “sbarcato” nei giorni scorsi il reportage fotografico “Antarctica 2020”, visitabile fino al 24 marzo 2022. 42 gigantografie su pannelli raccontano la spedizione alpinistico-esplorativa-scientifica in Penisola Antartica realizzata nel gennaio 2020 da Marcello Sanguineti, Manrico Dell’Agnola e Gian Luca Cavalli, nell’ambito della quale vi è stata una collaborazione con l’Istituto di Scienze Polari del Consiglio nazionale delle ricerche per il campionamento del manto nevoso.

Le riprese effettuate durante la spedizione hanno ispirato un docufilm della durata di circa 38 minuti e intitolato “Immenso Blu”, girato con strumenti professionali, regista e montatore professionisti, colonna sonora appositamente composta e immagini spettacolari. Il film è stato selezionato a quattro festival internazionali, ha vinto il Verona International Mountain Film Festival e ha ottenuto la Menzione Speciale della Giuria al Swiss Mountain International Film Festival.

Per tutta la durata dell’esposizione, il mercoledì, il sabato e la domenica nell’orario 11.30 e 17.00, “Immenso Blu” sarà a disposizione del pubblico interessato, proiettato in Auditorium. Il documentario sarà proiettato anche martedì 22 marzo alle ore 20.30 presso il Cinema Sivori in Salita Santa Caterina, con la partecipazione oltre ai membri della spedizione, del regista, dell’autore della colonna sonora, dei musicisti e della cantante che si esibiranno per il pubblico in sala. Ingresso gratuito.

In Galleria, all’interno della mostra, scorreranno su uno schermo video più brevi, relativi ai diversi aspetti esplorativi, scientifici e alpinistici della spedizione.

Orari Galata Museo del Mare: Dal 1°marzo aperto tutti i giorni dalla 10 alle 19 (ultimo ingresso ore 18).
Per informazioni e prenotazioni: tel. 0102533555, www.galatamuseodelmare.it

La spedizione

La spedizione si è svolta nella Penisola Antartica (la parte più settentrionale del continente antartico, situata di fronte alla Terra del Fuoco), raggiunta partendo dalla Ushuaia (Terra del Fuoco), con quattro giorni di navigazione sul piccolo yacht antartico Ice Bird attraverso lo Stretto di Drake, il tratto di mare più tempestoso del pianeta – considerato l’”Everest dei velisti”. L’esplorazione ha riguardato pareti e ghiacciai della Terra di Graham, la porzione di penisola che si trova a N della linea tracciata tra Capo Jeremy e Capo Agassiz. In particolare, l’attività si è svolta nell’area compresa fra Two Hummock Island a NE e Girard Bay a SO: Danco Coast, Wiencke Island, Booth Island, Girard Bay, Anwers Island.

Si è trattato di una spedizione esplorativa, alpinistica e scientifica. Durante la spedizione sono state aperte due vie di ghiaccio e misto su montagne precedentemente vergini e sono state effettuate salite scialpinistiche. L’attività scientifica è stata svolta nell’ambito della collaborazione di Marcello Sanguineti, in qualità di professore e ricercatore dell’Università di Genova, con un progetto di ricerca dell’Istituto di Scienze Polari (ISP) del Consiglio Nazionale delle Ricerche (CNR). Durante la spedizione è stato effettuato il campionamento del manto nevoso in varie zone, partendo dai ghiacciai a livello del mare e procedendo a intervalli regolari di quota crescente. Questo contribuirà all’analisi della presenza di nuovi inquinanti anche in funzione dell’altezza e non solo in base all’area geografica.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close