News

Novità da AINEVA: è arrivato il nuovo bollettino valanghe

Da martedì 1° marzo sul sito AINEVA (www.aineva.it) compare una novità. I servizi regionali e provinciali di previsione valanghe afferenti all’Associazione Interregionale di coordinamento e documentazione per i problemi inerenti alla neve e alle valanghe hanno avviato la pubblicazione di un bollettino valanghe congiunto multilingue, che informerà quotidianamente i cittadini sulla situazione valanghe riferita all’intero arco alpino italiano e parte dell’Appennino (Regione Piemonte, Regione Autonoma Valle d’Aosta, Regione Lombardia, Provincia Autonoma di Bolzano, Provincia Autonoma di Trento, Regione del Veneto, Regione Autonoma Friuli-Venezia Giulia e Regione Marche).

Come riportato sul sito dell’Associazione, AINEVA, “al fine di uniformare ulteriormente il lavoro dei previsori valanghe, ha aderito ad un workflow condiviso con altre nazioni europee e basato su standard EAWS (European Avalanche Warning Services) per la redazione del bollettino sovraregionale; un ulteriore passo per incentivare e facilitare lo scambio di informazioni tra i tecnici di AINEVA, e che pone le basi per futuri ampliamenti e sinergie con i servizi di previsione degli stati confinanti. Sono stati infatti adottati sia la piattaforma del progetto ALBINA sviluppata e messa a disposizione dall’Euregio (Tirolo Austriaco, Provincia Autonoma di Bolzano e Provincia Autonoma di Trento), sia un apposito frasario standardizzato sviluppato e messo a disposizione dal WSL-SLF; tale architettura permette la produzione e la messa online del bollettino valanghe e di altri prodotti previsionali, utilizzando i dati e i modelli presenti su altri applicativi, già sviluppati da AINEVA per l’inserimento e la consultazione, e interfacciati la nuova piattaforma tramite formati standardizzati.”

Come funziona il nuovo bollettino valanghe

Al nuovo bollettino sovraregionale si può agevolmente accedere dalla home page del sito AINEVA, oppure andando nella sezione “Bollettini”.

Il grado di pericolo suddiviso, per ciascuna zona omogenea individuata, viene quotidianamente illustrato “mediante due fasce altimetriche e l’individuazione e descrizione di sino a tre problemi tipici valanghivi”. La grafica ne consente un utilizzo altamente intuitivo. Basta cliccare sulla zona di interesse per vedere evidenziato in forma simbolica il grado di pericolo, con possibilità di approfondimento cliccando su “Clicca qui per maggiori dettagli”.

Il progetto del bollettino sovraregionale nasce allo scopo di garantire la massima informazione a tutte le categorie di utenza che frequentano la montagna durante l’inverno, anche in considerazione del crescente diffusione delle attività outdoor tra le popolazioni montane e i milioni di turisti anche stranieri. Pertanto si è cercato di renderlo quanto più fruibile, anche ai meno esperti, utilizzando una cartografia ottimizzata e una descrizioni degli scenari di pericolo basata su blocchi di testo predefiniti.

Inoltre è prevista la traduzione automatica dei contenuti del bollettino in sette lingue (italiano, inglese, francese, tedesco, spagnolo, catalano, aranese) e apposite interfacce standardizzate faciliteranno la libera diffusione dei contenuti sia attraverso i canali tradizionali (web, pdf), sia verso i media e i social network seguendo le politiche dell’Open Data.

“Questo sforzo – commenta l’associazione – allinea AINEVA con i più avanzati servizi valanghe europei e costituisce una pietra miliare nel percorso verso un unico prodotto previsionale a disposizione di tutti i cittadini europei.”

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Back to top button
Close