Rifugi

Rifugio Giorgio Graffer

Il Graffer (2261 m) è un grande rifugio in muratura sotto il Passo del Grosté, ai piedi del massiccio della Pietra Grande. La sua posizione, nella parte settentrionale del Gruppo di Brenta sul versante di Campiglio, è decisamente panoramica, con vista sulla porzione centrale del massiccio e sui ghiacciai dell’Adamello, della Presanella e del Cevedale.

Accesso e vie

Vi si accede dal Passo Campo Carlo Magno con stradina fra gli abeti (2 h, E), oppure con gli impianti di risalita del Grosté fino alla stazione superiore, poi brevemente in discesa per prati (20 min, T). Si può anche salire con la funivia da Madonna di Campiglio allo Spinale e da qui con il sentiero n° 331 (1 h e 30 min, E).

Costituisce base di partenza per la Cima del Grosté, la Pietra Grande, la Cima Rocca e il Corno di Flavona. Consente numerose e panoramiche traversate: al rifugio Tuckett con comoda passeggiata sull’altopiano del Grosté; al Lago di Tovel per il Passo del Grosté e la Malga Pozzolo; alle Cascate di Vallesinella; al rifugio Peller per il sentiero delle Palette; al bivacco Bonvecchio per il sentiero Costanzi, con percorso a tratti infido e su tracce di sentiero; alla Bocca di Tuckett per il sentiero Benini con percorso parzialmente attrezzato su cenge spesso innevate; alla Malga Spora per il Passo della Gaiarda, con traversata panoramica che tocca le due catene settentrionali del Brenta.

Storia e curiosità

Il rifugio è stato eretto nel 1950, è situato un po’ più in basso rispetto a dove sorgeva il rifugio Stoppani, distrutto da un incendio nell’estate del 1940. È dedicato alla memoria di Giorgio Graffer, alpinista e pilota caduto durante la Seconda guerra mondiale nei cieli dell’Albania. Si tratta di una grande ed elegante costruzione, interamente ristrutturata nel 1990.

Oggi è un edificio polivalente che alla funzione di rifugio ha aggiunto quella di centro di formazione per le discipline di montagna con un’aula per le lezioni teoriche. La vicinanza di una palestra di roccia con itinerari di arrampicata sportiva e classici, e la comodità di accesso, ne fanno un’ottima base per i corsi che ogni anno tengono le guide di Madonna di Campiglio. Inoltre la sua posizione, all’interno del frequentatissimo comprensorio sciistico, lo rende un punto di ristoro e di fermata per gli sciatori durante la stagione invernale.

Informazioni

Proprietà: Sat Trento
Contatti: Tel. 0465441358, 3484105877; www.graffer.com
Periodo di apertura: da metà giugno a metà settembre e durante la stagione sciistica invernale
Numero posti: 70

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Leggi anche

Close
Back to top button
Close