AlpinismoAlta quota

Anche Nirmal al campo base del K2, domani si sale: “Obiettivo fissare la via fino C4”

Sono tanti i nomi forti in gioco, ma quello che viene oggi da pensare è che la stagione invernale al K2 sia in mano agli alpinisti nepalesi. Del resto, nelle ultime stagioni alpinistiche, hanno mostrato una determinazione e forza incredibile a perseguire i propri successi. Plateale l’impresa sportiva di Nirmal Purja che ha chiuso i 14 8000 in meno di 7 mesi dimostrando una resistenza fisica e mentale fuori dal comune, ma non dimentichiamo anche le ottime stagioni di Mingma G. Sherpa in cui instancabile ha inanellato una vetta dietro l’altra.

E proprio Mingma G., Dawa Tenzing e Kilu Pemba hanno per il momento raggiunto la quota più alta di questa stagione. Arrivati al campo base lo scorso 18 dicembre, i tre nepalesi si sono presi giusto il tempo di sistemare le tende e il 22 dicembre erano già a 6700 metri, a campo 2, avendo superato con facilità anche il Camino Bill. Non male come esordio.

Nel frattempo, Nirmal Purja bruciava le tappe del trekking sul Baltoro raggiungendo ieri il campo base dopo 3 giorni e mezzo di cammino. Il nepalese è in ottima forma (non avevamo dubbi) e molto motivato. Oggi è per lui una giornata di riposo dedicata a sistemare il proprio campo, ma domani mattina infilerà i ramponi ai piedi per sfruttare la finestra di bel tempo che attende gli alpinisti. “Il nostro piano per i prossimi giorni è quello di andare più in alto possibile, acclimatandoci e fissando la via. Speriamo di toccare campo 4” scrive. Sarebbe un bel colpo, considerando che campo 4 si trova a 7750 metri e la quota più alta mai raggiunta sul K2 in inverno sono i 7600 metri di Denis Urubko. Staremo a vedere, certo è che se anche solo arrivassero ad allestire campo 3, 7330 metri, sarebbe un ottimo risultato per la prima rotazione.

Come dicevamo, da domani si apre una finestra di bel tempo con sole e venti lievi per diversi giorni, almeno fino alla fine dell’anno. Ci si aspetta che oltre alla squadra di Nirmal Purja, vada in quota il terzetto capitanato da Mingma G. e pure il trio composto da Snorri e i due Sadpara. In totale 12 alpinisti sulla montagna. Un numero ancora gestibile, i problemi potrebbero sorgere con l’arrivo della carovana di Seven Summit che conta più di una ventina di alpinisti e 12 guide Sherpa a cui si aggiungono oltre 40 persone dello staff di supporto al base. Al momento, il gruppo, arrivato in jeep fino a Jhula con la nuova strada sterrata che accorcia di un giorno il trekking che altrimenti partirebbe da Askole, è in cammino con 175 portatori pakistani lungo il Baltoro e oggi dovrebbe giungere a Urdukas.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close