AlpinismoAlta quota

Snorri: “Meteo folle al K2”. Mingma G. Sherpa a Islamabad

Arrivati il 6 dicembre al campo base, Snorri e compagni si sono trovati subito di fronte alla vera anima dell’inverno al K2.

Il tempo è ventoso e gelido, ci sono -20°C” ha commentato l’islandese. Non esattamente un benvenuto quello riservati ai tre alpinisti dalla seconda montagna della Terra, anzi. Nella notte alcune tende del campo base, inclusa quella cucina, sono state danneggiate dalle raffiche di vento, tanto che domenica il team di supporto della Jasmine Tour ha spostato il campo base un po’ più vicino alla montagna così da essere più riparati. “Meteo folle” sono state le parole di Snorri, che un’esperienza al K2 in inverno l’aveva già fatta l’anno scorso.

Oggi, se lo permetteranno le condizioni meteorologiche, l’islandese con Ali Sadpara e il figlio Sajid dovrebbero cominciare l’acclimatamento. “Tutti si sentono bene. Sono felici e entusiasta della mia spedizione e sono circondato da un gruppo forte con cui non vedo l’ora di iniziare a lavorare” le parole di Snorri.

La spedizione nepalese a Islamabad

La Nepalese Sherpa Winter K2 Expedition 2020/21 inizia qui…” scrive Mingma Gyalje Sherpa sui social postando la foto della sua squadra all’aeroporto di Kathmandu. Se non ci saranno intoppi sui tempi, il team nepalese dovrebbe essere al campo base del K2 nei primi giorni di settimana prossima.

Mingma G. Sherpa, Dawa Tenzing Sherpa e Kili Pemba Sherpa non utilizzeranno l’ossigeno supplementare e scaleranno lungo la via dello Sperone degli Abruzzi, come anche la squadra di Snorri.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close