News

Lutto nel trail, muore in un incidente in montagna Andrea Huser. Canepa: “Era speciale”

In lutto il mondo del trail running per la scomparsa di Andrea Huser, forte atleta svizzera di 47 anni, che a perso la vita lo scorso weekend in un incidente in montagna. La Huser si stava allenando sui sentieri vicino a casa nella zona di Saas-Fee quando è scivolata sul ghiaccio precipitando per 140 metri. Per lei non c’è stato nulla da fare.

Una carriera di successi

Infermiera di professione, Andrea Huser aveva iniziato la sua carriera sportiva nella mountain bike (nel 2002 vince il titolo di campionessa europea nel 2002 di cross-country marathon, nel 2004 è campionessa svizzera) e nel triathlon. È stato però il trail running a darle i maggiori successi: nel 2017 vince il Trail World Tour; due secondi posti all’UTMB nel 2017 e 2016; sempre nel 2017 prima all’Eiger Ultra Trail 101 km e alla Diagonale des Fous (vinta anche nel 2016); nel 2016 la vittoria alla Lavaredo Ultra Trail.

Le reazioni

Dolore tra gli atleti di trail running anche italiani e in molti hanno voluto lasciare un saluto e un ricordo sui propri profili social.

Non c’è più una persona che per me è stata davvero speciale, che non è il ca**o dì aggettivo che metti per chiunque sia morto (perché non si sa in base a quale legge i morti diventano speciali di default). Andrea no – scrive Francesca Canepa -. Lei era speciale per me perché dalla prima volta che ci siamo viste ci siamo rispettate, stimate. Lei in più, in meglio, mi ha anche aiutata. Ci sono due persone, in particolare, dietro la mia vittoria all’Ultra. Una è Renato. L’altra è Andrea. A lei ho chiesto consiglio prima della gara, di lei mi fidavo ciecamente perché qualcosa mi faceva essere certa che mi avrebbe detto esattamente cosa dovevo fare, senza invidia, senza tenersi per sé qualcosa che avrebbe potuto aiutarmi. Adesso scopro che non c’è più e non so nemmeno cosa pensare. Ho il vuoto nel cervello”.

Un saluto anche da Franco Collé: “Veramente un brutto risveglio questa mattina. Quelle notizie che non vorresti mai leggere! Ciao Andrea. Corri veloce anche da lassù!”.

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close