Arrampicata

Jakob Schubert ripete il 9a “Orca” e lo sgrada a 8b

Il climber austriaco Jakob Schubert ha di recente effettuato entro i confini della propria terra natìa, una rara ripetizione di Orca. Storica via dello Schleierwasserfall la cui prima salita, ad opera di Alexander Huber, risale al 2001. All’epoca Orca era stata gradata 8c+. Grado portato a 9a da Adam Ondra a seguito della prima ripetizione della via, nel luglio 2020. Una bella sfida quella tra Adam e Orca, durata anni. Scene che sembra di rivedere in questi giorni a Margalef, mentre cerca di avere la meglio su Perfecto Mundo. Schubert ha voluto ritoccare nuovamente la difficoltà della via, sgradandola a 8b.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

This autumn is letting us down so far, fighting with humidity and rainy weather here in Austria 😬 But I still got one nice day in at Schleier Wasserfall where I did a rather special ascent of ‚Orca‘. Originally the route was graded 8c+ by first ascentionist @alexander_huberbuam but the right hand hold he used on the crux move is basically gone and @adam.ondra found a new beta using a left hand tiny crimp to do the second ascent. I found a way better solution using a good side pull just left of Adam‘s crimp which lets me go directly to the finishing jug. Since this route is pretty much easy except this only move, the whole thing is much easier with my beta now, probably around 8b 😅 It climbs very nicely this way though so I definitely recommend it to people (>170cm) 😉 Thanks for the great photo @michael.piccolruaz 🔥🙏 • #rockclimbing #schleierwasserfall #leadclimbing #naturephotography #myinnsbruck @mammut_swiss1862 @raiffeisen @innsbrucktourism @lasportivagram @heeressportzentrum @thecrag_worldwide

Un post condiviso da Jakob Schubert (@jakob.schubert) in data:

La complessità che i climber incontrano nel definire un grado univoco per la via deriva dal fatto che Orca, nel corso degli anni, abbia subito dei danni. La rottura di un appiglio utilizzato da Huber per affrontare il passaggio chiave ha portato Ondra a dover modificare il beta noto, introducendo di fatto una variante da 9a. Schubert avrebbe trovato una soluzione alternativa, meno ardua.

Il racconto di Jakob Schubert

“Questo autunno ci ha finora delusi in Austria, combattendo con umidità e pioggia. Ma sono riuscito a godermi ancora una giornata di bel tempo nello Schleierwasserfall – racconta Schubert sui social – . Dove ho realizzato una salita piuttosto speciale di ‘Orca’. In origine la via era stata gradata 8c+ dal primo ascensionista Alexander Huber ma l’appiglio per la mano destra che aveva utilizzato nel passaggio chiave è praticamente andato. E Adam Ondra ha trovato un nuovo beta utilizzando un piccolo crimp per la mano sinistra, realizzando così la seconda salita. Io ho trovato una soluzione miglior utilizzando un buon tiro laterale appena a sinistra del crimp usato da Adam, che mi ha consentito di raggiungere in maniera diretta la parte finale”.

“Considerando che questa via, fatta eccezione per questo singolo movimento, è abbastanza facile – conclude Jakob – , con il mio nuovo beta il tutto risulta più fattibile adesso, probabilmente attorno a un 8b. In questo modo la salita risulta piacevole, ma la raccomando a chi sia alto più di 1,70 m”. 

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close