Cronaca

Il Covid arriva a Namche Bazaar, chiusa la regione dell’Everest agli alpinisti

Brutte notizie da Nepal, che solo lo scorso 17 ottobre aveva riaperto i propri confini al turismo montano. A Namche Bazaar (3.440m), capitale Sherpa e porta d’accesso alla regione dell’Everest, è stato rilevato un caso di positività al Covid-19. Per evitare il diffondersi del contagio, alcune aree della città sono state messe in lockdown e i voli che atterrano all’aeroporto di Lukla sono stati sospesi. A darne notizia l’Himalyan Times.

Domani arriverà un team di medici per effettuare tamponi a tappeto, ma fino a nuove disposizioni l’area rimarrà chiusa e così anche la possibilità di alpinisti e trekker di spostarsi nella Valle del Khumbu.

Le spedizioni

A essere coinvolta dai divieti è la spedizione all’Ama Dablam della Madison Mountaineering, che è arrivata in questi giorni a Kathamndu, dove sta trascorrendo la quarantena in albergo come da procedure del Governo del Nepal. Non viene toccata invece la spedizione, a cui partecipa l’italiano Leonardo Avezzano, all’Himlung Himal trovandosi il 7000m nella regione del Manaslu, distante dall’Everest.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close