Mostre e convegni

Forte di Bard. Una mostra per raccontare il territorio alpino

A partire dal 19 settembre prossimo, il Forte di Bard ospiterà la mostra “Attraverso le Alpi”. Un viaggio in 274 scatti alla scoperta delle Alpi nel mondo contemporaneo, dall’estremo confine occidentale francese a quello orientale sloveno. Dieci i territori provinciali coinvolti, 12 le valli indagate dai fotografi, migliaia i chilometri di percorsi. Tutto per un solo scopo: rintracciare i segni, le tracce e i caratteri che servono a raccontare la storia del vasto paesaggio culturale alpino fatto di architetture, linguaggi e usi. La mostra sarà ospitata negli spazi dell’opera Mortai fino al 1 novembre 2020.

Un progetto artistico sperimentale

“Attraverso le Alpi” si presenta quale progetto sperimentale promosso da Architetti Arco Alpino (AAA) – composta dagli Ordini degli Architetti di Aosta, Belluno, Bolzano, Cuneo, Novara e Verbano Cusio Ossola, Sondrio, Torino, Trento, Udine e Vercelli – con Urban Reports, per raccontare le trasformazioni del paesaggio alpino.

Un racconto per immagini dei territori di media montagna. Una esplorazione di valli secondarie, dove le piccole comunità affrontano con la tenacia di chi decide di restare in terre ove la vita non è facile, una sfida quotidiana per aumentare i servizi e la loro qualità.

Il territorio descritto dalle 274 immagini appare molto variegato, dalla geologia al clima e all’ambiente, per arrivare agli aspetti più propriamente antropici. Nel dettaglio, gli scatti provengono dalle strade e dai sentieri di val Tanaro, val Chisone, conca di Saint-Nicolas, val Sermenza e val d’Otro, val Divedro, Valmalenco, val di Rabbi, val Martello, e dai territori tra Cadore e Comelico e val Canale

La mostra consta di 4 aree tematiche: le forme dell’abitare, le risorse e la produzione, i meccanismi e il turismo.

Il progetto, come evidenziato da Alberto Winterle, presidente dell’associazione AAA, “promuove un ulteriore livello di lettura e intende osservare le normali modalità di utilizzo e sfruttamento dei territori che testimoniano la relazione dialettica ed evolutiva tra l’uomo e l’ambiente in cui vive”.

L’inaugurazione è prevista per venerdì 18 settembre, alle ore 18.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close