Arrampicata

Il Rock Master Festival si ferma per l’emergenza coronavirus

Anche il Rock Master Festival si ferma di fronte all’emergenza coronavirus. Per la prima volta in 33 anni, la più antica e classica gara di arrampicata sportiva al mondo non allieterà l’estate di Arco (TN).

Una interruzione, come si legge nel comunicato della Società Sportiva Arrampicata Sportiva Arco, sofferta ma necessaria. “La Società Sportiva Arrampicata Sportiva Arco che per tutti questi anni ne ha curato l’organizzazione ha valutato non esserci al momento attuale le condizioni sanitarie, economiche, sociali per organizzare l’edizione 2020 di RockMaster in programma alla fine di agosto”.

“L’attuale situazione di incertezza sui tempi e modalità di uscita dal lockdown, le probabili misure di contenimento del contagio che ci accompagneranno nei prossimi mesi, non consentono di programmare un evento che vede ogni anno radunarsi nel Climbing Stadium migliaia di appassionati, decine di volontari, tecnici ed atleti provenienti da tutto il mondo”.

In merito alle condizioni economiche, la Società spiega che mancheranno in parte risorse economiche che le aziende nostri partner dovranno distrarre per rispondere al momento di crisi economico/finanziaria vissuto l’economia mondiale. Non possiamo poi ignorare che la crisi sta toccando in modo pesante anche il nostro territorio. Ci sembra quindi un atto di responsabilità liberare risorse economiche che le amministrazioni pubbliche potranno destinare, invece che al sostegno dell’evento, a politiche di risposta alle emergenze sociali ed economiche determinate dalla crisi del covid 19”.

2021. Una edizione speciale

Non resta che guardare con ottimismo al futuro “e lavorare per il 2021 al nuovo Rock Master”. Una edizione che sarà per certo speciale, un po’ come la prima storica edizione del 1987.

“Se nel 1987 Rock Master è stata la risposta visionaria e vincente che ha permesso la costruzione di un nuovo modello turistico ed economico per la città di Arco, così Rock Master 2021 dovrà essere quello del rilancio del turismo outdoor ad Arco e nel Garda Trentino. La risposta forte alla crisi del covid-19. Questo anno di forzato stop servirà così a mettere a fuoco set di proposte che spaziano dai nuovi format di gara ad una nuova veste per il Climbing Stadium”.

Un appuntamento intermedio è intanto previsto, in maniera ottimistica, per l’autunno 2020. “Per l’edizione 2020 avevamo previsto la presentazione del secondo volume, che attraverso le immagini e parole di questi 15 anni, va a completare la storia di Rock Master pubblicata in occasione dell’edizione del ventennale. Diamo così appuntamento a tutti in autunno, non appena le condizioni sanitarie lo consentiranno, per un evento che ci permetterà di ripercorrere trentacinque anni di storia e presentare le nostre idee per il futuro”.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close