Arrampicata

Adam Ondra e il progetto incompiuto a Smith Rock

Questa settimana, con un nuovo appuntamento in quarantena della serie “Road to Tokyo”, Adam Ondra ci porta in Oregon, negli USA. Qui, nel Parco Nazionale di Smith Rock, nell’autunno del 2018, ha tentato di realizzare un progetto, purtroppo rimasto incompiuto.

Il Parco di Smith Rock è un paradiso per gli appassionati di arrampicata. Tante le vie a disposizione, che necessitano di forte resistenza a causa delle pendenze estreme e delle prese di dimensioni ridotte. “Si può considerare il terzo sito di arrampicata nel territorio statunitense”.

“Le vie a Smith Rock sono lunghe e tecniche. Puoi compiere un errore in ogni momento”. Il Parco accoglie alcune tra le vie di arrampicata più difficili al mondo, come “To bolt or not to be” (8b+), “Scarface” (8b+) o “Just do it” (8c+). Quest’ultima salita a vista da Adam durante il viaggio del 2018.

Dopo un primo momento di iperattività in parete da parte di climber provenienti da tutto il mondo, tra gli anni Ottanta e Novanta, Smith Rock ha vissuto in un certo senso una pausa in termini di nuove aperture. Solo di recente, nel 2016, Drew Ruana ha aperto un nuovo 9a, “Assassin”, ripetuto in seconda ascesa da Ondra nel 2018.

Nell’ultimo di 6 giorni di viaggio a Smith Rock nel novembre del 2018, Adam ha deciso di tentare la salita in libera della via “Project on the awl”, una delle numerose vie chiodate da Alan Watts negli anni Ottanta. Un possibile 9a. Una via non estremamente lunga e, ad una prima occhiata, impegnativa ma fattibile.

I primi due tentativi consentono ad Adam di testare il terreno e prendere confidenza. C’è un passaggio cruciale che dovrebbe consentirgli di raggiungere un monodito, che sembra non volersi concedere. Una sezione molto ripida, superata la quale il gioco dovrebbe farsi più facile. Inizia così una smaniosa ricerca del miglior appoggio per darsi la spinta giusta per superare l’ostacolo. Si prosegue con i tentativi ma quel monodito sembra irraggiungibile. Con l’aumentare del soleggiamento e della temperatura, le condizioni di arrampicata diventano complicate. Ma Adam non vuole cedere. Un ultimo ottavo tentativo e poi toccherà optare per la resa.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close