Arrampicata

Adam Ondra: “Non abbiate paura di cadere”

Adam Ondra, di fronte all’emergenza coronavirus, ha deciso di regalarci una puntata della serie “Road To Tokyo” contenente un messaggio speciale: non bisogna aver paura di cadere.

“Non sono tempi facili.Non solo per proteggere noi stessi ma soprattutto i più vulnerabili della nostra società, per favore seguite le regole che ci vengono imposte dai nostri governi che in molti Paesi, inclusa la mia terra, significa stare a casa”. Questo l’appello che il campione ceco rivolge ai tanti follower, invitandoli ad imparare ad affrontare la paura di questa caduta collettiva.

“Odio fallire ma amo cadere”

Il mondo dell’arrampicata, in cui la caduta fa parte del gioco, ci viene in aiuto fornendo importanti suggerimenti su come vincere tale paura. “Odio fallire, ma amo cadere – esordisce Adam – e se vuoi migliorarti come climber devi cadere. Ma c’è anche la paura, che bisogna imparare a superare”. Il timore di cadere si lega a quello dell’altezza, al senso di vertigine. Paure che rientrano nella natura umana e che si sperimentano indoor come outdoor.

“Arrampicare è una attività rischiosa, anche in palestra – afferma Radek “Zoban” Lienerth, guida alpina e manager di una palestra di arrampicata a Brno – e bisogna sempre tenerlo a mente. Molte persone hanno paura di cadere. Paradossalmente più hai paura più rischi di cadere in maniera poco coordinata. E rischi così di farti male”.

Un timore che non bisogna associare solo ai neofiti. “Non c’è niente da nasconderedichiara Iva, la fidanzata di Adam, ammettendo di continuare a temere di sbattere sulle rocce dopo anni di esperienza – . Credo sia legato alla propria personalità. Chi ama sperimentare per certo ha meno paura di chi ama la sicurezza”. Per Adam, come molti altri fuoriclasse dell’arrampicata, questa paura però pare non sussistere. Come racconta suo padre, neanche da piccolo ha manifestato alcun timore di cadere. “Non ha la percezione del baratro sotto i suoi piedi”.

Escludendo la possibilità di arrivare a non avere il minimo timore, come Adam, cerchiamo di seguire i suoi consigli per diminuirlo.

Consigli contro la paura

  1. Allenatevi a cadere. Bisogna partire da cadute piccole, poi incrementare le altezze, il rischio. “Più esperienze positive di caduta avrete, minore sarà la vostra paura”.
  2. Imparate a cadere bene. Evitare di lanciarsi all’indietro ma cercare di andare dritti giù, per evitare di impattare contro la roccia, che non è mai bello.
  3. Bisogna imparare a cadere indoor prima di andare su roccia.

“La mia caduta peggiore? Sulla Salathé wall”

Se papà Ondra afferma che il figlio non abbia timore di cadere, il diretto interessato tiene a sottolineare di essere umano come tutti. Anche lui conserva nella memoria una caduta peggiore delle altre, quella che ha smosso maggiormente la sua adrenalina.

“Durante il mio tentativo di salita a vista sulla Salathé wall, su El Capitan – confessa Adam – . Ad un certo punto ero troppo stanco e ho capito che la caduta sarebbe stata inevitabile. Mi sono ritrovato a volare, volare più a lungo del previsto. Nel mentre pensavo ‘quando finirà?’. Alla fine sono caduto in sicurezza, il problema è stato il disappunto di non aver potuto concludere la mia salita a vista”. 

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Calate corde dalla cima…tanto paga lo sponsor, e poi salite in sicurezza..con poco lasco e qualcuno fidato trattenitore in cima con ancoraggi a prova di bomba.Se la corda viene messa in tensione dopo caduta, si inventi un contatore di strappi e microtelecamera a testimonianza..collegati magari anche a trattenitore automatico di caduta .Zero strappi uguale a salita al 100% equivalente a libera senza corda..Ogni strappo una penitenza con calo punti o pranzo offerto al compagno.
    Allenarsi anche a trattenere le cadute di compagni primi di arrampicata, con gli appositi apprecchi.Vidi una volta un signora asciutta , un scricciolo, che fece la prova col copertone sganciato…parti’in alto a razzo..per fortuna l’istruttore, Bepi Defrancesch , l’aveva fatta autoassicurare …con cordino, moschettone all’imbragatua ad anello sottostantecementato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close