Arrampicata

Melloblocco. Poche speranze per l’edizione 2020

Anche nel 2020 sembra proprio che il Melloblocco non si farà. Perlomeno non in Val Masino. Sfumano così le speranze dei tanti appassionati di arrampicata di veder tornare a casa il più grande raduno di arrampicata boulder, già costretto ad emigrare in territorio svizzero nel 2018 e cancellato amaramente lo scorso anno.

Silenzio attorno al Melloblocco

A renderlo noto il quotidiano “La Provincia di Sondrio” che, negli sorsi giorni, ha intervistato i principali esponenti dell’Associazione Operatori e dell’Amministrazione Comunale di Val Masino. Dalle loro parole risulta chiaro che al momento la realizzazione del Melloblocco non sia in cantiere. Nessuno si sarebbe fatto avanti per organizzare una nuova edizione 2020, né enti pubblici né privati.

Non si tratta di un “No” assoluto, questo è certo. Ma maggio, mese in cui tradizionalmente è stata organizzata la manifestazione per ben 14 anni, non è poi così lontano. Soprattutto dopo un anno di fermo servirebbero tempi tecnici significativi per far ripartire la macchina organizzativa. E a quanto pare, nessuno ha neppure tentato di rimetterla in moto.

Il portale Valtellinamobile.it ha cercato di indagare sulla questione, contattando direttamente Michele Comi, detentore del marchio del Melloblocco, che ha dichiarato, a conferma dei dubbi, che non sia stato ad oggi contattato da nessuno.

La nascita del Freeblocco

Una situazione ancor peggiore di quella vissuta lo scorso anno, che davvero lascia poche speranze, forse solo ai più ottimisti. Tra febbraio e marzo 2019 erano infatti in corso diatribe attorno all’organizzazione dell’evento, tra Consorzio Turistico Valtellina di Morbegno e operatori della Val Masino. Potremmo dire che “almeno se ne parlava”. Dalle discussioni era nata la decisione, su richiesta del prefetto di Sondrio, Giuseppe Mario Scalia, di creare un tavolo istituzionale per la ricerca di una soluzione condivisa. Mai purtroppo raggiunta.

La reazione della comunità dei climber, rimasti così orfani di uno degli appuntamenti annuali più amati a livello nazionale e internazionale, era stata la istituzione del “Freeblocco”. Non tanto un raduno quanto una festa spontanea di arrampicata in Val Masino. “Un evento libero creato per mantenere la tradizione e le amicizie che questa valle magnifica ci ha regalato nel corso degli anni”, come viene definito sulla pagina Facebook ufficiale. Niente blocchi-gara né programmi. Un semplice momento di aggregazione che, qualcosa ci dice, si ripeterà anche quest’anno.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close