News

Linea Bianca alla scoperta della Sicilia orientale. Dall’Etna alle Gole dell’Alcantara

Sabato 25 gennaio Linea Bianca si sposta dalle Alpi alla Sicilia. Dopo aver esplorato nelle scorse settimane Valcomelico, Val di Fassa e Val Gardena, in questo ultimo weekend di gennaio Massimiliano Ossini, Giulia Capocchi e Lino Zani ci portano sull’Etna. Il vulcano più attivo d’Europa, dalla cui vetta, a quota 3.350 metri, è possibile ammirare il blu del mare siciliano.

Dal trek a dorso di mulo alle Gole dell’Alcantara

Dopo una salita fino ai crateri Barbagallo (2.900 m) in compagnia delle guide alpine, la troupe ha affrontato il Donkey Trekking, un particolare trek a dorso di mulo lungo i sentieri dell’Etna,un tempo mezzo di trasporto per le popolazioni agricole.

E a seguire un river trekking nell’ambiente selvaggio del parco fluviale dell’Alcantara, tra rapide e cascate. Una esperienza che unisce trekking, arrampicata e nuoto.

In volo sul Mungibeddu

Saliti poi a bordo di un elicottero, hanno ammirato la maestosità del Mugibeddu, come viene chiamato l’Etna in dialetto siciliano, con i suoi 3.350 metri di altitudine e 35 chilometri di diametro alla base. Scoprendo inoltre, grazie ad un vulcanologo dell’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia, le numerose attività di studio e monitoraggio cui il vulcano è continuamente sottoposto.

Alla scoperta dei piccoli borghi

Non poteva mancare un giro attraverso gli innumerevoli borghi siciliani, distribuiti lungo le pendici dell’Etna. 110 chilometri di esplorazione da Catania Borgo a Riposto, a bordo della Circumetnea, storica ferrovia inaugurata nel 1898. Un mezzo antico che consente ancora oggi di scoprire angoli meno noti della Sicilia Orientale.

Un viaggio alla scoperta di luoghi ma anche della loro cultura, attraverso la visita a diversi laboratori artigianali. Come quello di lavorazione della pietra lavica di Misterbianco (CT).

Le duecento grotte dell’Etna

Per finire la troupe è tornata sul versante nord dell’Etna, per esplorare la cavità dei ladroni,un  piccolo tunnel di scorrimento lavico, e scoprire la genesi delle oltre duecento grotte nascoste lungo le pendici del vulcano.

Appuntamento oggi alle ore 14.00 su Rai Uno.

Tags

Articoli correlati

Un commento

  1. Oggi, mentre vedevo la trasmissione sull’Etna pensavo ai rifiuti che non sappiamo dove buttarli. E se li buttiamo all’interno dei vulcani. Sarebbero degli inceneritori naturali.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close