Film

“Cerro Torre Parete Est”, il tentativo dei Ragni di Lecco sul diedro degli inglesi

Il Mountain and Chill di questa settimana è dedicato ai Ragni di Lecco. È infatti disponibile da ieri su Youtube il terzo film della serie dedicata alle più affascinanti spedizioni e avventure dei Ragni degli ultimi 10 anni, avviata lo scorso novembre. Una carrellata di video che ci terranno compagnia fino al prossimo ottobre. Il film del mese di gennaio è “Cerro Torre Parete Est”.

Il video, della durata di poco meno di 8 minuti per la regia di Marta Cavallari, racconta il tentativo dello scorso anno di Matteo della Bordella e Matteo Pasquetto di salire questa grandiosa parete. L’uscita online giunge peraltro in momento strategico. “Mentre fervono i preparativi per una nuova partenza”, commenta il Presidente dei Maglioni Rossi, pronto a tornare al Cerro Torre nel mese di febbraio.

Una nuova via in stile alpino sulla Est del Cerro Torre

Il Cerro Torre, montagna simbolo della Patagonia, noto anche come “grido di pietra”, si presenta come un monolite perfetto e aguzzo. “Come un urlo pietrificato, che ha fatto sognare e disperare generazioni di alpinisti dagli anni ’50 fino ai giorni nostri”, si legge sul canale Youtube dei Ragni.

Lungo la sua parete Ovest, totalmente ricoperta da incrostazioni di ghiaccio verticale, si sviluppa la celebre via dei Ragni di Lecco, aperta nel 1974. Il versante Est si presenta invece come una parete di pura roccia, “verticale o strapiombante e compattissima per oltre 1200 metri di dislivello”.

Il sogno di Matteo Della Bordella, che nel suo palmares ha già due salite del Cerro Torre, è di aprire su tale parete una nuova via in puro stile alpino.

In “CerroTorre Parete Est” viene appunto riassunto il primo tentativo di aprire questa via, il cosiddetto “diedro degli inglesi”, un lungo diedro sulla parte destra della parete, tentato a cavallo tra il 1979 e il 1980 da Philip Burke e Tom Proctor. I due alpinisti furono in grado di arrivare a meno di 40 metri dalla cresta Ovest e dalla via del Ragni.

Nel gennaio del 2019 Della Bordella e Pasquetto sono così partiti alla volta di El Chalten. Con loro avrebbe dovuto esserci anche un terzo Matteo, Bernasconi, bloccato all’ultimo momento in Italia da un infortunio al ginocchio. Purtroppo il tentativo non si è concluso come sperato a causa del maltempo, che ha fermato la coppia alla base del diedro. Motivo per cui, ricomposto il trio originario, i Ragni sono pronti a ripartire a breve con l’intento di portare a termine l’impresa.

Tags

Articoli correlati

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Back to top button
Close